Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Sisci, country of origin: Italia

Nobility: Conti
Heraldrys of family: Sisci
Nobility crown Sisci Frà Cavalieri, che s'accompagnarono col Rè Alfonso Primo d'Aragona all'acquisto del Regno di Napoli, s'annovera Francesco S., nato di Nobilissima Famiglia del Regno di Valentia, e secondo altri di quello di Aragona, fù egli primieramente carissimo di Ferdinando Rè d'Aragona, col quale hebbe ad allevarsi fin della sua più tenere età. Indi crescendo nell'età, e nel sapere, e succeduto à quel Regno Alfonso suo figliuolo, fù di costui non men caro, che fusse stato à Ferdinando suo padre, poiche fù suo intimo Consigliere, e favoritissimo Cameriere, e acquistato per quello il Regno di Napoli, fatto castellano del Castello di Cosenza,... To be continued
Vicerè, e Capitan Generale, ò sia General Vicario dell'una, e l'altra Provincia di Calabria, e del suo valore, e prudenza servitii il medesimo Rè Alfonso in ogni altra maggiore, e più importante occasione così di pace, come di guerra, che occorresse ne i suoi tempi. Quindi fù dallo stesso inviato Amabasciador al Duca di Milano Filippo Maria Visconte, ragguagliandolo della confederatione sequita fra esso Rè, e'l Pontefice Eugenio IV, e per l'istessa causa anche inviato alla Repubblica di Genova. Morto il Rè Alfonso servì Francesco con la medesima fede, e valore il Rè Ferdinando I suo figliuolo, contro del quale essendosi sollevati la maggior parte de' Baroni del Regno, e chiamato Giovanni d'Angiò figliuolo del Rè Renato, venutosene costui con potente esercito, e rivoltatosi perciò à suo favore, non meno la Calabria, che quasi tutto'l Regno, ridottosi Francesco dentro del Castello di Cosenza, lo difese si fortemente, e con tanto valore da' nemici, che nulla temendo un stretto, e formidabile assedio per lo spatio di sette mesi, e con estrema penuria de' cotidiani alimenti, con incredibil costanza, e fede il confermò al su Rè, fin'à tanto, che gli sopraggiunsero in suo soccorso, con buon numero de soldati Roberto Sanseverino, e Roberto Orsino ambidue famosissimi Capitani di quei tempi, i quali unitosi con Francesco S. scacciorono i nemici dall'assedio, e furono potissima cagionre di far ricuperar al Rè Ferdinando, non che la Calabria; ma il Regno tutto, del quale, e d'altri notabilissimi serviggi ricevuti, non dimostrandosi ingrato il Rè, gli fè dono del Contado d'Aiello posto nella medesima Provincia di Calabria, alla Regia Corte devolutSerre, Castelli tutti di numeroso vassallaggio, e grosse rendite; edificando egli poscia un Aiello un Castello, ò sia fortezza di spese più tosto da Regolo, che da privato Barone, fù di lei moglie Eufemia Vinitmiglia nipote di Giovanni Marchese di Geraci in Sicilia, e gran Contestabile del Re Alfonso, con la quale si fè padre di D.Paolo, e di D.Raimondo cavalier Gerosolimitano, e commendator di Valentia.

Buy a heraldic document on family Sisci

Coat of Arms of family: Sisci

Blazon of family

Di verde, al leone d'argento, con tre cotisse di rosso in banda attraversanti.
Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook