Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Sisti, provenienza: Italia

Titolo: Baroni - Nobili
Araldica della famiglia: Sisti
Corona nobiliare Sisti
Un Bartolomeo venne nel 1829 ascritto alla nobiltà di Viterbo. Nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano 1922 ai discendenti da Bartolomeo sopra citato, venne riconosciuto il diritto al titolo di nobile di Viterbo (mf.). La famiglia è iscritta nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano col titolo di nobile di Viterbo (mf.), in persona di Bartolomeo, di Francesco Paolo, di Bartolomeo. Fratelli: Angelina, Giuseppina in Sylos Calò, Domenico, nato a Bitonto, 24 luglio 1878. Motto della famiglia: Sala soli sistit Altro ramo. Nei primi tempi della denominazione angioina, una famiglia Sisti godeva gli onori del patriziato in Amalfi e in Scala. Per ragione di commerci... Continua
i Sisti si trapiantarono in Puglia, dove nel 1275 compaiono tra i "mutuatores" di Bitonto. Nella stessa epoca una famiglia Sisti era riguardata in Nocera e in Napoli di primaria nobiltà. Un Guglielmo Sisti di Nocera fu molto accetto a Carlo I, Carlo II e Roberto d'Angiò, ed esercitò gli alti uffici di segreto, maestro portulano e procuratore di Principato, di Terra di Lavoro e del Molise. Antonello Sisti di Napoli fu notato di ribellione nel 1390; Nicolò nello stesso anno vescovo di Lettere; Giovan-Vincenzo verso il 1600 era borone del Sorbo, e nel 1621 acquistò la baronia del Serpico. Anche prima di tal epoca questa famiglia possedeva il castello di Parati. Estinta in principio del XVIII secolo. Altro ramo. Antica e nobile famiglia originaria della Liguria.

Compra un documento araldico su Sisti

Stemma della famiglia: Sisti

Blasone della famiglia

D'azzurro all'aquila dal volo spiegato fissante un sole posto nel canton destro del capo, il tutto d'oro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome