Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Slessio, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Slessio
Corona nobiliare Slessio Scrive Stafano Anchorano nella guerra dei Guelfi, e Gibellini, che per le predette pestilenti guerre ogni giorno in Italia seguivano, furono cagione che si partissero da Roma, e da molt'altre Città, molte nobili famiglie, così per Francia, come per Sicilia. Da Roma si leggono haver passato in Sicilia le seguenti famiglie nobili cioè. L'Albertini, la Bandini, le quali fioriscono fin hora in Milano, ed in Fiorenza, queste col loro arrivo presero per stanza la Città di Palermo, ed ivi vissero prosperamente, e con nobiltà. Della medesma guisa passò da Roma in Sicilia la famiglia A. i primi della... Continua

quale furono Partenio, e Guidone A. fratelli, che per il loro valore e virtù militare molti grossi Territorij nelle contrade della Città di Messina e Castrogiovanni al Rè Federico secondo conseguirono; Onde avvenne che Partenio si casò in Castrogiovanni con al figlia di Guglielmo Torrella, ricchissimo Barone Catalano, c'haveva venuto anche col Rè Pietro nel 1282. con la dote del feudo di Passapiombo, con la quale generò Mattheo, il quale è chiamato fra i Baroni di quella Città nel serviggio militar del Rè Ludovico nel 1343. i quali furono. Dal Matteo d'A. con nobile succession ne pervenne Antonio d'A., che si maritò nella Città di Piazza, e generò ivi Francesco Barone del feudo di Bugidiano, ch'era di Rainero Modica; A costui successe il figlio Giacomo, che col censenso di Pietro Modica suo figlio, dotò detto feudo a Francesca sua figlia, casata col prenarrato Antonio d'A., nel 2435. che gli partorì il già detto Francesco, primo Barone di Bugidiano della sua famiglia; e se ne investì nel 1479. e gli successe poscia il figlio Antonio nel 1500. Questi si morì senza haver lasciato figliuolo veruno, perilche pervenne il feudo al fratello Giuliano, che per haversi dato all'arte militare rifiutò detto feudo a' fratelli Gio. Michele, e Gio. Battista d'A., che se ne investirono nel 1509. Gio. Vicenza suo figlio Baron di Sisto. Fiorì de' successeri di Guidone d'A. in Messina Gio. Matteo che governò con la dignità Senatoria nel 1550. la sua patria Messina insieme con Girolamo Romano, Pietro Benedetto, Francesco Maria Campolo, Bernardo Riccio, e Filippo Mollica, e Gio. fù Capitano di Catania nel 1533. e fratello del Guidone. Antonio virtuoso, e valoroso gentilhuomo havendo serviper esser stati dechiarati all'hora rubbelli.


Compra un documento araldico su Slessio

Stemma della famiglia: Slessio

Blasone della famiglia

Troncato: nel primo d'oro a due lupi di rosso passanti uno sull'altro; nel secondo bandato ondato d'azzurro e d'argento; il tutto con la bordura di rosso carica di otto decusse d'oro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome