Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Slito, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili
Heraldik die Familie: Slito
Krone des Adels Slito
Ignorasi l'origine dei L. di cui un Giovanni era nel 1160 proprietario di terreni che confinavano con beni venduti il 19 luglio dai coniugi Roccia a Bernardo Obello e ad Agone arcidiacono di Tortona; i figli, già orfani del padre, l'11 giugno 1170 sono condannati dai consoli tortonesi a riconoscere una vigna che tenevano in censo dalla chiesa di S. Marziano; Martino è teste in atto dell'aprile-agosto 1199 ove i signori di Moncapraro, rei di tradimento, confessano di aver tentato di sottrarre il castello di Serravalle alla girusdizione tortonese; Giovanni Ugone era notaio nel 1230 come riscontrasi in atto del... Fortsetzung folgt
4 dicembre 1233 riprodotto nei Cartari di Rivalta, I, 78; Ugo notaio e consigliere, forse il precedente, il 6 gennaio 1235 nomina Lantelmo di Casei a procuratore del comune di Tortona per la pace con Genova affidando allo stesso la scelta degli arbitri sulle questioni tortonesi; alla Credenza, lo stesso, il 7 agosto 1241 delibera in merito agli accordi che il comune di Tortona stringe con quello di Pontecurone ed il 9 giugno 1242 roga atto con cui Girardo Falavello, procuratore della figlia, cede fitti e terreni in Cagnano all'abate di S. Marziano cui poi lo stesso Girardo vende altri terreni, sempre in detto luogo, il 9 giugno 1262; Enrico appare come proprietario di terreni confinanti con beni acquistati dai già Signori d'Arquata tra il 18 dicembre 1244 ed il 16 dicembre 1247 a norma della convenzione col comune di Tortona. Maestro Allegro L., arciprete della chiesa di S. Giovanni di Sale, consigliere e sindaco del comune di Tortona, dal 1257 al 1270 interviene come teste e arbitra le vertenze di cui alle Carte Capit., II 226, 248; Giovanni notaio redige atto del 18 novembre 1263 citato in documento del 27 giugno 1264 col quale si restituisce a Gandolfo Montemerlo il figlio Negro dato in ostaggio ai Falavello di Serravalle per inadempienza degli accordi stipulati dagli arbitri col comune tortonese; Giglio, altro notaio, il 28 ottobre 1277 roga atto di vendita di derrate e legname al monastero di Rivalta; detto Giglio, Giacomo e Boverio tutti L. e consiglieri, partecipano alla seduta del 6 maggio in cui il comune di Tortona conferisce la cittadinanza alla comunità di Viguzzolo; podestà e consigleiri, tra i quali l'or menzionato Giglio e Bonnotus entrambbitore insolvibile verso la Chiesa di Tortona ed in istrumento del 14 marzo 1304 con cui il momastero di Rivalta cede in affitto beni nel territorio tortonese.

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Slito

Familien-Wappen: Slito

Blasonierung die Familie

Scaccato d'oro e di nero.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome