Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Spato, país de origen: Italia

Nobleza: Duchi - Nobili
Heráldica de la familia: Spato
Corona de la nobleza Spato
Antichissima famiglia nobile di Venezia, tra i personaggi più illustri fu quel doge Orso Ipato. Eletto nel 727. E' un venetico autentico e scegliendo lui le truppe ammutinate della Venezia marittima per la prima volta esprimono una forma concreta di autonomia, entrando in polemica con il potere centrale. Vogliono dimostrare il loro valore; e così, quando i Long. assalgono l'Esarcato e la Penapoli e s'impadroniscono di Ravenna, mettendo in fuga l'Esarca Eutichio, che si rifugia ad Eraclea, il doge rompe ogni indugio. Mette da parte i rapporti amichevoli con i longobardi, definiti dal trattato di Anafesto e, armata la flotta,... Continuará
si porta con rapidità su Ravenna. Ravenna viene liberata: è il 729 e per il doge arriva da Bisanzio l'onoreficenza di , cioè il titolo di console, che i cronisti avrebbero poi aggiunto come cognome di fam. ad Orso, facendo derivare dai suoi disc. le fam. degli Orseolo, dei Dandolo e dei Bragadin. L'Imp. bizantino vigila, e per Orso, come è arrivato l'onore del consolato, dopo dieci anni di dogado arriva la morte; viene ucciso< da acre livore>, annota il diacono Giovanni, mascherando un giallo in piena regola, architettato contro una persona che cresceva di importanza, ovvero tramava per un distacco da Bisanzio. L'Esarca, che ha trovato rifugio presso l'Ipato, scopre infatti le sue losche trame in combutta con il re Long. Liutprando e lo fa eliminare nel 737.

Comprar un documento heráldico de Spato

Escudo de la familia: Spato

Blasòn de la familia

Spaccato d'oro e d'azzurro, alla croce d'argento attraversante sul tutto.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome