Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Supparo, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Cavalieri - Patrizi
Heráldica de la familia: Supparo
Corona de la nobleza Supparo Antica famiglia calabrese, con residenza in Reggio, di chiara e provata nobiltà, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Tal illustre casato sempre è riuscito a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: Coletta, uno dei due addetti al governo esecutivo del municipio di Reggio, nel 1440; Mariano, sindaco dei nobili nel 1521; Carlo, uno dei 33 patrizi fratelli fondatori della Congregazione dell'Annunziata; Bernardino, Protopapa della collegiata greca, detta la Cattolica, nel 1556: Fra' Gaetano, Cavaliere Gerosolimitano, vivente nel XVIII secolo. Altro ramo. Famiglia Patrizia... Continuará

di Trani, diramatasi in Rutigliano, la quale levò per arme. Partito nel 1° di verde alla fascia d'oro sormontata da un crescente d'argento, nel 2° spaccato d'oro e di verse al leone rampante dell'uno nell'altro. Altro ramo. Antica ligure, originaria di Voltri, le cui prime memorie certe rimontano all'anno 1157, ovvero quando un Oberto Suppa appone la firma alle convenzioni, stipulate tra il Comune di Genova e il re di Sicilia, la quale, verosimilmente, venne fregiata del cavalierato, in seguito alla partecipazione, connotata da coraggio ed onore, sotto i vessilli dell'ammiraglio della flotta genovese Gianandrea Doria, di un Antonio Supparo, al celebre fatto d'armi della Battaglia di Lepanto, del 1571. Ma, d'altronde, la famiglia, sempre, riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: Giovanni, dottore in ambo le leggi, vivente in Genova, nel 1632; Martino, notaio in Voltri, vivente nel 1644; Flavio, consigliere in Voltri, vivente nel 1645; P. Giovanni, dell'Ordine dei Barnabiti, uditore e preposito del proprio ordine, vivente in Milano, nel 1671; Ignazio, protomedico alla Corte Napoletana, vivente nel 1743; Cav. Antonio, dottore "in utroque jure", vivente in Genova, nel 1756; Giuseppe, dottore in Sacra Teologia, vivente in Genova, nel 1773; Cav. Carlo, consigliere in Voltri, nel 1787. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Comprar un documento heráldico de Supparo

Escudo de la familia: Supparo

Blasòn de la familia

Partito nel 1° di verde alla fascia d'oro sormontata da un crescente d'argento, nel 2° spaccato d'oro e di verde al leone rampante dell'uno nell'altro.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome