Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Tagnese, country of origin: Italia

Nobility: Cavalieri - Baroni - Signori
Heraldrys of family: Tagnese
Nobility crown Tagnese Antica ed illustre famiglia campana, la quale, al dir di illustri genealogisti, sarebbe un ramo collaterale della nobilissima famiglia Agnese, la quale è stata resa celebre da abili e valorosi cavalieri e le cui origini si perdono nella notte dei tempi: nel 1270 Mario, cavaliere napoletano, ebbe l'incarico di Credenziere del Sale; nel 1272 il cavaliere Marino ricevette il cingolo militare, da re Carlo I; Roberto, gran milite, alla sua morte, avvenuta nel 1289, fu seppellito nella chiesa dei SS. Severino e Sossio. Un Astorgio (* 1451) fu Vescovo di Malta, di Melfi, Ancona, Ascoli e Benevento. Il Magnifico Lancellotto,... To be continued
insieme a Cola Venato e Gualtiero Galeota, fu inviato in Provenza come ambasciatore della città di Napoli, per sollecitare la venuta di Re Renato d'Angiò, erede della regina Giovanna II di Durazzo. Il designato erede al trono era prigioniero del duca di Milano e Lancellotto, con abile strategia, riuscì a condurre Isabella, moglie di Renato, nella capitale del Regno di Napoli. Per i servigi resi fu nominato governatore della città di Gaeta e, nell'anno 1485, fu eletto rappresentante dei deputati dei sedili per prestare giuramento di fedeltà alla regina Isabella in nome del consorte re Renato. Il detto Lancellotto sposò Clemente Ferrella dei conti di Muro, ed ebbe per figlio Giovanni, stimato e valoroso cavaliere ascritto seggio di Nido. Giovanni, figlio di Lancellotto, sposò nel 1463 Giovannella Spinelli, di Antonio/Antonello Galeazzo, signore di Roccaguglielmina della baronia di S. Giovanni Incarico, dal matrimonio nacque Lancellotto che, per successione materna, divenne barone di Piro, di Roccaguglielmina e di S. Giovanni Incarico; fu valoroso cavaliere di re Carlo VIII ed ebbe tre figli. Astorgio, figlio di Lancellotto II, sposò Giulia Mele, nobildonna del Seggio di Porto e dal matrimonio nacque: Margherita che sposò Giacomo d'Anna, nobile del seggio di Portanova, e generò Faustina d'Anna, monaca, la quale nel 1576 donò la cappella gentilizia sita nella chiesa di S. Maria Portanova allo zio Camillo Agnese; Eleonora, che sposò Simone Caracciolo. Nel 1495 Cesare fu tra gli Ambasciatori dei Sedili di Napoli, fra cui Giulio Cesare Caracciolo, Filippo Capece, Carlo Dentice, Scipione Loffredo, Girolamo Carafa, Tommaso Pignatelli, Angelo d'Anna, Marcello Ruffo, Nicolò di Sangro, Angelo d'Alessandro, Scipione Moccia, Paolo Brancaccio ed altri, che i Sedili mandarono ad Aversa al Re Carlo VIII, per dichiarare la disponibilità dei napoletani ad accoglierlo come Re di Napoli, come sarebbe avvenuto al suo ingresso a Napoli il 21 febbraio dello stesso anno. Nel 1574 Lutio partecipò all'assedio di Malta, al comando di con 250 soldati. Altro Camillo fu nomato da re Filippo II d'Asburgo-Spagna sindaco di Napoli nel 1580, sposò una Mormile ed ebbe per figlio Astorgio (+Napoli, 1660), Signore della Rocchetta, che prese in moglie Claudia Piscicelli, figlia di Marino e Girolama Ravaschieri; le sue spoglie riposano in pace nella basilica di S. Paolo Maggiore in Napoli. Astorgio Agnese nel 1602 fu uno dei sette fondatori del Pio Monte della Misericordia.

Buy a heraldic document on family Tagnese

Coat of Arms of family: Tagnese

Blazon of family

D'azzurro alle 2 spade d'argento poste in decusse con le punte volte verso il basso.
Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome