Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Tambarini, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti - Nobili - Patrizi
Heraldik die Familie: Tambarini
Krone des Adels Tambarini
Illustre famiglia proveniente da Alessandria della Paglia, che negli annali di quella città e nelle memorie raccolte del Ghilini figura partecipante alla Crociata bandita da Clemente III. Aderente alla parte guelfa, fu delle venti famiglie nobili, elette a comporre il Consiglio Cittadino. Il capostipite, noto fino dal sec. XI, è Ludovico, dottore nelle leggi del castello di Marengo, padre di Cristoforo, anche esso giureconsulto, ed avo di Roffino, il quale passò con la sua famiglia in Alessandria, quando fu edificata nel 1168. Dullio di Roffino Gambarini, magistrato della seconda metà del sec. XIII, che dette origine al ramo detto dei... Fortsetzung folgt
Dullii, fu padre di Guglielmo e di Ogerio, munifici fondatore nel 1335, della Casa ed Ospizio dei Pellegrini di S. Giacomo in Alessandria, dipendente dalla magione di Sant' Iacopo in Altopascio; del quale pio istituto, di cui fu erede in Alessandria, nel 1780, il R. Manicomio omonimo, i Gambarini conservano tutt'oggi il riconoscimento del patronato. I personaggi più insigni, nei secoli seguenti, furono: Annione, che esercitò la milizia e fu ucciso nel 1367 da una compagnia di ventura alemanna, al soldo di Galeazzo Visconti; Luchino sen. nominato nel 1359 dal Consiglio Generale di Alessandria fra gli undici dottori di legge a riformare gli statuti della città; Luchino jun. del cav. Biagio, avvocato e patrono dell'Ordine Domenicano, dal cui maestro generale Leonardo Dati, ottenne il I maggio 1420 il giuspatronato e il diritto di sepoltura nella Cappella maggiore della chiesa di Santa Maria in Alessandria. Il medesimo, che fu ambasciatore a Francesco Sforza nel 1450, per i suoi meriti civili e militari era stato nominato all'imperatore Sigismondo Cavaliere Aurato nel 1431, e Conte Palatino il 20 marzo 1436. Il quale titolo comitale, come risulta dal diploma di concessione conservato fra le scritture domestiche di questa famiglia, custodite nel R. Archivio di Stato in Lucca; fu esteso a Lorenzo fratello di Luchino, ai suoi figli, ed a tutti i loro discendenti maschi legittimi. Lo stesso Lorenzo fu diplomatico insigne, e riuscì a fare togliere nel 1447 l'assedio delle truppe francesi dal Castello del Bosco. Nello stesso secolo XV insegnò medicina allo studio di Pavia, maestro Niccolao Gambarini (1476) e Pietro Ludovico di Bernabò e che ottenne la cittadinanza originaria lucchese il 5 settembre 1457, ebbe origine il ramo tutt'ora superstite dei Gambarini di Lucca, (oggi residenti in Pescia) essendosi estinto quello di Alessandria nella seconda metà del secolo XVIII, per la morte (1776) dell'ultimo rappresentante di quel ramo, "l'avvocato dei poveri" Gaetano Gambarini.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Tambarini

Familien-Wappen: Tambarini

Blasonierung die Familie

D'oro all'aquila di nero coronata del campo, caricata sul petto di uno scudetto spaccato cuneato d'argento e di rosso.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome