Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Tardio, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Tardio
Corona nobiliare Tardio
Antica e nobile famiglia, detta Tardia o Tardio, originaria della Sicilia, con residenza nella città di Palermo, la cui blasonatura è riportata dal commendator G.B. di Crollalanza, nei volumi del suo "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane". L'origine di tal cognominizzazione, al dir di illustri genealogisti, andrebbe ricercata in una forma aferetica del nome proprio medievale (Gon)tardinus, ipocoristico del longobardo Gundhard "forte in battaglia" (dal germ. *gundh - "battaglia" e da *hardhu- "potente, forte, valoroso"), appartenuto, probabilmente, ad un, oggi ignoto, capostipite. Tal casato, inoltre, in ogni epoca, sempre si distinse per gli elevati personaggi, a cui... Continua
diede i natali. Tra questi, ricordiamo: Mattia, giurato di Mazzara nel 1417-18; cav. Francesco, milite, capitano di giustizia di Palermo nel 1511; Cav. Giuseppe, giudice straticoziale di Messina nel 1576-77; Antonio, dottore in "utroque jure", vivente in Messina, nel 1524; D. Carlo, dottore in Teologia, Canonico e Pronotario Apostolico, vivente in Messina, nel 1562; P. Mattia, dell'Ordine dei Predicatori, uditore e preposito del proprio ordine, vivente in Palermo, nel 1602; cav. Giulio Maria, giustiziere in Palermo, nel 1648; Giovanni, dell'Ordine dei Minori, autore di numerose orazioni, vivente in Palermo, nel 1742; Francesco, letterato, glottologo ed erudito, nato a Palermo nel 1732 e morto il 20 febbraio 1778, dottissimo e studioso di lingue orientali, conobbe il greco, l'arabo, l'ebraico e si accinse anche allo studio dell'ancora misterioso alfabeto fenicio, Prefetto dei Pubblici studi di Palermo, fu anche bibliotecario perpetuo della Libreria pubblica (odierna Biblioteca comunale), tradusse e pubblicò una "Descrizione della Sicilia", ricavata da un libro del geografo arabo Edrisi (Sherif Elidris) del X secolo, corredandola di copiose annotazioni; cav. Carlo, medico e filosofo, laureatosi in Messina, stabilitosi in Palermo, nel 1787; Saverio, alfiere del 2° Reggimento Lancieri Reali, il quale ha partecipato alla campagna del 1860/61, per la difesa del Regno delle Due Sicilie dall'invasione piemontese. La presenza del motto, inoltre, nella bibliografia documentata della famiglia ci conferma l'avita nobiltà raggiunta della casata. Motto della famiglia: Radiat. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Compra un documento araldico su Tardio

Stemma della famiglia: Tardio

Blasone della famiglia

Un sole radioso nascente dal mare col motto.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook