Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Tariscotti, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti
Heraldik die Familie: Tariscotti
Krone des Adels Tariscotti La casa non salamente è nobile per sangue ma tra le chiare, e illustri di questa patria, per diverse operazioni onorate fatte lei, così in tempo di pace, come di guerra. Il Dempster disse, esser tutt'una, con la nobile famiglia Scotti da Piacenza, per derivare questa da Mario di Scozia, della medesima Casa di Guglielmo de' Co. di Duglasse di sangue reale, dalla quale quella discende, col quale venne in Italia, ed essersi stato imposto il nome de' Mariscotti, dal nome proprio, e dalla patria, per più facilità di stinguerlo benchè quello della casa de' detti Co. fosse Caluci, detto... Fortsetzung folgt
poi per corruzione di lingua Calvi, che tralasciato per qualche tempo, poi fù ripigliato, questa ha avuto gran parte nel governo della città, è stato potente, ha avuto soggetti di Consiglio, posseduto feudi, e gode il grado Senatorio. La sua rma è una tigre d'oro rampante, in un campo di fascie rosse e d'argento con sopra i gigli inquartata con l'aquila imperiale. Mario Scotto suddetto, fù Conduttiero de' Fanti per Carlo Magno Imperatore. Ermette, posto dal Gherardazzi, come Massimiglaino e Oddo, tutti Consoli d'Orvieto. Riniero Cardinale di S. Chiesa creato da Papa Lucio II Caccianemici l'8 dicembre col titolo de' SS. Sergio, e Bacco, come dall'Alidosio. Mariscotti, fù Console della Repubblica bolognese, de' quali non se ne faceva se non due, all'usanza de' Romani, quali governavano la Repubblica. Pietro, col solo cognome de' Calvi, fù Podestà di Faenza, come in lib. Iuramentor fol. 3 nell'Archivio. Guglielmo, fù Podestà di Siena, dal quale si crede aver avuto origine la famiglia in quella Città, dei cui soggetti, nelle nostre Istorie, si ha memoria di Orlando, che nel 1301 fù Podestà di Gianzano. Mariscotto d'Alberto, fù console della Città. Corrado di Mariscotto, fù Cancelliere di Federico Imperatore, avendo vinto l'Antecessore in steccato. Lorenzo di Mariscotto, Console parimenti della Città, fù marito d'Indiana di Michele Caneroli. Orlandino Dott. di Legge, fù Podestà di Perugia, e fondatore dell'Ospitale della Vita. Guido, maritò Gisla sua figliuola in Ugolino degl'Arbori, famglia che diede il cognome alla Chiesa di S. Nicolò suo Iuspatronato. Alberto d'Ugolino, console over anziano della città, fù capitano Generale de' Fanti di Bologna, di Faenza, e nel 1290 d'Imola. Domenco fù marito, di Ghilina di Dondidio di Michele da Canero.

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Tariscotti

Familien-Wappen: Tariscotti

Blasonierung die Familie

D'azzurro a tre pali d'argento, col capo di rosso carico di tre conchiglie d'oro, ordinate in fascia.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome