Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Tavanti, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili
Nachname Variationen: Tavante
Heraldik die Familie: Tavanti
Nachname Variationen: Tavante
Krone des Adels Tavanti
Angiolo, nato nel 1714 in Arezzo dall'avv. Giovan Battista e da Maria Francesca Dini, dopo terminati gli studi di legge, era passato a Roma per attendervi alla pratica forense sotto la direzione del celebre giureconsulto pesciatino Gaetano Forti, quando fu nel 1746 richiamato dal conte di Richecourt in Toscana e nominato segretario del Consiglio di Finanza (cioè ministro delle Finanze) della Reggenza Lorenese con titolo di "Eccellenza". Amico di Sallustio Bandini e di Pompeo Neri, fu l'ispiratore delle riforme sapientissime di Pietro Leopoldo in materia di pubblica economia, d'agricoltura, industria e commercio. Nominato controllore della Regia Zecca, venne, con RR.... Fortsetzung folgt
LL. PP. da Vienna 15 novembre 1762, dall'imperatore Francesco I di Lorena insignito della nobiltà per sé e per i suoi discendenti, e come tale fu, con decreto 11 luglio 1763, iscritto tra i nobili di Firenze collo stemma: "D'azzurro al monte di tre cime, d'oro, sormontato da tre stelle di sei raggi dello stesso, ordinate in fascia e accompagnate in abisso dalla mezzaluna rovesciata". Egli morì a 68 anni d'età il 5 settembre 1781, dopo aver dedicati 35 anni alle cure del Governo, e fu sepolto in Santa Croce, di Firenze. Dal suo matrimonio con Beatrice, del dott. Antonio Cocchi (1767) non era nato alcun figlio. Il fratello di lui, Benedetto, che fu amministratore generale dei beni dell'Ordine Stefaniano in Val di Chiana, ebbe, tra gli altri figli, Anton Domenico (deced. 18 settembre 1811) che con Regie Lettere Patenti 12 ottobre 1798 ebbe dal granduca Ferdinando III la nobiltà di cortona per sè e suoi discendenti, ed in conseguenza fu con decreto 22 novembre successivo ascritto al Libro d'Oro dei Nobili Cortonesi, insieme coi figli Giuseppe Innocenzo, Luigi Ansano, Angiolo Maria Benedetto, Giovanni Felice, Giuseppe Pietro, Vincenzo Francesco e Anton Domenico e colla figlia Caterina, sposata al duca Federico , di Luigi Cesi d'Acquasparta. Luigi Anzano, terzogenito di Anton Domenico suddetto (n. 2 febbraio 1801) ebbe tre figli: Eugenio, Angiolo e Benedetto e il secondogenito Giuseppe Pietro (n. 30 giugno 1799; deced. ottobre 1880) aveva avuta una sola figlia Lucrezia, sposata all'avvocato Giovanni, di Angelo Torriani, che per eredità del suocvero aggiunse al prorprio cognome Tavanti, dando principioa nell'EIenco Ufficiale Nobiliare Italiano coi titoli di nobile di Arezzo (mf.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Tavanti

Familien-Wappen: Tavanti
Nachname Variationen: Tavante

Familien-Wappen Tavanti

1 Blasonierung die Familie Tavanti

D'azzurro, al monte di tre cime di oro uscente dalla campagna di verde, sormontato da quattro stelle di sei raggi d'oro ordinate in croce ed accompagnate in abisso dalla mezzaluna montante d'argento.

Tavanti di Castiglion Fiorentino ed Arezzo. Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol VI p.555.

Familien-Wappen Tavanti

2 Blasonierung die Familie Tavanti

D'azzurro, al crescente rovesciato d'argento, sormontato da tre stelle a sei punte d'oro ordinate in capo, e accompagnato in punta da un monte di tre cime dello stesso.

Tavanti o Tavante di Arezzo, Cortone e Firenze. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 4581.

Familien-Wappen Tavanti

3 Blasonierung die Familie Tavanti

D'azzurro, al crescente volto d'argento, sormontato da tre stelle a sei punte d'oro ordinate in capo, e accompagnato in punta da un monte di tre cime dello stesso, cimato da tre fiamme di rosso.

Tavanti ramo di Cortona; nei Libri d'oro, invece delle tre fiamme appare sulla cima superiore del monte una sorta di piccola corona a tre punte. Angelo Tavanti, consigliere intimo del granduca di Toscana, fu ammesso alla nobiltà fiorentina nel 1763. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 4581.

Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome