Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Tessari, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Tessari
Corona nobiliare Tessari
Antica ed illustre famiglia veneta, detta Tessari o Tessariis, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, anteriore al XVII secolo, al dir di molti genealogisti, andrebbe ricercata in un soprannome, a sua volta, basato sul mestiere di tessaro (tessitore), svolto, probabilmente, da un capostipite, di cui, purtroppo, la malevola azione del tempo non ci ha tramandato notizie certe. Tal casato, in ogni tempo, sempre si distinse per gli elevati personaggi, a cui diede i natali e, in persona di Giovanni, del fu Gregorio, ottenne, nel febbraio 1803, il fregio di nobiltà, con l'aggregazione al... Continua
nobile Consiglio di Padova. Tra i membri che, maggiormente, illustrarono la famiglia, ricordiamo: fra Bartolomeo, dell'Ordine dei Servi di Maria Vergine, scrittore veneziano, vivente nel 1689; dott. Teodoro, pievano di S. Vitale, poeta latino sul gusto del suo secolo, distinto per onori nel Clero Veneto, il quale, avendo offerto una sua poetica Italiana composizione a Luigi XIV, a Parigi, n'ebbe in dono una collana d'oro, sepolto, nel 1718, nella Parrocchia di San Vitale, in Venezia; Nicolò, chirurgo primario dell'ospedale dei Santi Pietro e Paolo, autore di molti medici manuali, vincitore del premio dell'Accademia Reale di chirurgia di Parigi, nel 1799; Alberto, rinomatissimo attore, nato a Verona, nel 1784, Capo-Comico in Napoli, sino al 1839; D. Lodovico, autore di un "Dissertazione apologetica sopra il prodigio dell'apertura degli occhi nella miracolosa immagine di Maria Vergine, dipinta in tela.." edito in Assisi, nel 1820; Domenico, segretario dell'I. e R. Delegazione provinciale di Belluno, nel 1835-36; ing. Sebastiano, padovano, vivente nel 1840; dott. Teodorico, commissario in Conegliano, nel 1842; Luigi, scrittore del Tribunale vicentino di Prima Istanza, nel 1842; Antonio, avvocato in Verona, vivente nel 1843; dott. Sebastiano, Consigliere Provinciale in Vicenza, come da Decreto Prefettizio 10 febbraio 1867; ing. Domenico, socio dell'Accademia delle scienze dell'Istituto di Bologna, nel 1868-69. La famiglia, inoltre, ottenne conferma della sua nobiltà, con Sovrana Risoluzione 1° febbraio 1821. La famiglia alzò per arma. Inquartato, al primo ed al quarto di rosso all'aquila di nero coronata d'oro, al secondo ed al quarto d'azzurro alle tre stelle d'oro male ordinate e sostenute dalle tre cime di una "terrazza" di verde. Si ritiene che nella descrizione dell'arma il termine terrazza , scritto "tertre", sia un errore di trascrizione e che si tratti di un monte.
Compra un documento araldico su Tessari

Stemma della famiglia: Tessari

Blasone della famiglia

Inquartato, al primo ed al quarto di rosso all'aquila di nero coronata d'oro, al secondo ed al quarto d'azzurro alle tre stelle d'oro male ordinate e sostenute dalle tre cime di una terrazza di verde. Si ritiene che il termine terrazza, scritto "tertre", sia un errore di trascrizione e che trattasi di un monte.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome