Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Tignanelli, país de origen: Italia

Nobleza: Cavalieri - Conti
Heráldica de la familia: Tignanelli
Corona de la nobleza Tignanelli
Dei grandi, di torre, ed una delle cinque di loggia. Le sue più antiche memorie rimontano al 1238, in cui fioriva Viano di Magnanello che siedeva nel supremo magistrato di Siena. Nel 1261 i membri della famiglia, in unione ad altri dal partito guelfo, disgustati del governo dei Signori ventiquattro, emigrarono dalla patria e ripararono a Radicofani, ma la Repubblica mandò loro 12 ambasciatori per scongiurarli a far ritorno alla patria. Magnanello di Bonaventura fu dei 36 governatori per il terzo di Camullia nel 1277; Lando di Ildobrandino nel 1284 fu uno dei quattro provveditori del Comune, e nel 1294... Continuará

Ranieri, monaco di S. Galgano, ebbe il camerlengato dello stesso. Furono provveditori del Comune Nanni di Meuccio nel 1376, Pietro di Bando nel 1379, Giacomo di Pietro nel 1390, Giovanni nel 145... Beltramo nel 1434, insieme ad altri notevoli cittadini, fu inviato dall'Imperat. Sigismondo in Milano per fargli atto di ossequio in nome della Repubblica. Mignanello di Lapo sostenne per molti anni l'ufficio di vicario a Caffa a nome della Repubblica Genovese, ed ebbe in seguito le podesterie di Ferrara e di Lucca nel 1420. Nella gerarchia ecclesiastica si segnalarono un Fabio di Pietro-Paolo che fu Nunzio ai Veneziani ed a Carlo V, tenne il governo della Marca, fu vicelegato di Bologna, poi Vescovo a Lucera e quindi a Grosseto, e finalmente fu elevato all'onore della sacra porpora da Papa Giulio III nel 1551; e Giacomo nipote del precedente, il quale fu Abate di S. Salvatore e Vescovo di Grosseto, partecipò al Concilio di Trento e morì nel 1576. Vestirono l'abito del S. M. O. Gerosolim. fra Fabio il 19 Nov. 1604, fra Antonio-Benedetto nel 1608, fra Francesco nell'Ag. del 1621, fra Giacomo il 18 Lug. 1642, e fra Ottavio il 3 Ott. 1657. Altro ramo. Antica famiglia originaria e patrizia di Siena, da cui si trapiantò prima in Roma e quindi in Aquila. In Roma riscosse gli onori del patriziato, e nella Bolla 4 Gen. 1746 di Benedetto XIV, colla quale fu riformata la nobiltà romana, fu compresa fra le sessanta famiglie romane coscritte. Ha vestito l'abito dell'Ordine di Malta nel 1604, è stata fregiata del Toson d'Oro, ed à posseduto parecchi feudi, fra' quali la contea d'Eli e Montarsiccio.


Comprar un documento heráldico de Tignanelli

Escudo de la familia: Tignanelli

Blasòn de la familia

Troncato di nero e d'argento, al leone dell'uno all'altro.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome