Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Timo, country of origin: Italia

Nobility: Conti - Nobili
Heraldrys of family: Timo
Nobility crown Timo La famiglia Emo si trasferì a Venezia nell'anno 997 da Vicenza. Il suo nome era Aimus, più tardi contratto in Aimo e popolarmente detto Emo e come tale accolto nel secolo XV anche negli atti pubblici. Una famiglia Aimus era a Padova all'epoca di Augusto, e nulla vieta di accogliere la tradizione che la famiglia Aimus di Vicenza ricca di beni nel padovano e nel polenise, fosse la stessa che risiedeva a Padova prima della distruzione fattane dagli Unni. Nel secolo XII un Aimus di nome Anterpiano, detto il Rodigino, fu generale di parte imperiale, mentre Giovanni ... To be continued

e Rigo figuravano a Venezia tra i nobili di Consiglio e Giorgio ed Alvise erano capitani dell'armata veneta. Nel 1297 con Pantaleo Aimo la famiglia fu iscritta tra le patrizie venete. Si segnalarono: Pietro, cavaliere, difensore di Chioggia nel 1379; Giovanni, cavaliere, provveditore generale in campo, che compì la conquista del Polesine e morì in battaglia nel 1483 all'assalto di Stellata; Giorgio, provveditore generale contro gli alleati di Cambrai, poi procuratore di San Marco; Leonardo, provveditore generale nel 1523; Giovanni Alvise, duca in Candia, morto in battaglia; Angelo, provveditore generale in Dalmazia, vincitore della battaglia di Sign, e infine il nipote di lui, Angelo, cavaliere e procuratore di S.Marco, il celebre ammiraglio della spedizione di Tunisi. Nel 1797, degli Emo, esisteva soltanto una famiglia che aveva casa a S. Moisè e che dopo la caduta della Repubblica, si trasferì a Padova. Nel 1783 Leonardo Emo aveva sposato Beatrice Capodilista, che più tardi, per la morte dei fratelli, si ridusse l'ultima della famiglia. I figli di lei, nel 1821, ne aggiunsero il cognome e divennero Emo Capodilista. Giovanni Francesco, di Giorgio, ed i suoi nipoti Giorgio Gasparo e Giordano Alvise Maria, di Leonardo, furono confermati nella nobiltà ed elevati al grado di conti dell'I..A. con S.R.A. 26 dicembre 1819. Motto della famiglia: Leal desir. Altro ramo. Le prime memorie di questa potente famiglia risalgono al 1066; nel 1085 un Gerardino fu Console; nel XII secolo un Anselmino aveva l'avvocazia dei Canonici, e nella descrizione delle famiglie della Marca Trivigiana, fatta da Eccellino nel 1213, questa famiglia si trova elevata fra le populares majores. Un Licavero nel 1254 fu proscritto dalt.


Buy a heraldic document on family Timo

Coat of Arms of family: Timo

Blazon of family

D'argento a due bande di rosso.
Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome