Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Tirone, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili
Heraldik die Familie: Tirone
Krone des Adels Tirone Antica ed assai nobile famiglia lombarda, originaria della Dalmazia, conosciuta come Tironi o Tirone, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia e d'Europa. L'origine di tal cognominizzazione al dir di autorevoli genealogisti, andrebbe ricercata nel nome, di matrice greco-latina, "Tiro, Tironis", appartenuto, probabilmente, ad un, oggi ignoto, capostipite. In ogni modo, la chiara nobiltà del casato è testimoniata dalla presenza, della sua blasonatura, nella pregevole opera, di J.B. Rietstap, "Armorial Général". D'altronde, tal famiglia, nel dispiegarsi dei lustri, sempre è riuscita a produrre una serie di uomini che hanno reso illustre il suo... Fortsetzung folgtnome, nei pubblici impieghi e nel servizio militare. Fra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, contasi: Antonio Maria, dottore in "utroque jure", vivente in Bergamo, nel 1489; P. Biagio, dell'Ordine dei Predicatori, uditore e preposito del proprio ordine, fiorente in Bergamo, nel 1532; Carlo Alberto, chiaro giureconsulto, vivente in Bergamo, nel 1568; Tancredi, distintosi nel celebre fatto d'armi della Battaglia di Lepanto, nel 1571; Lorenzo, protomedico, vivente in Milano, nel 1612; Otto, medico, operante nella peste del 1630; Gilberto, consigliere in Bergamo, vivente nel 1638; Gioacchino, dottore in Sacra Teologia, lettor di filosofia, presso varie università, vivente in Padova, nel 1676; P. Girolamo, dell'Ordine dei Minori Riformati, fiorente in Bergamo, nel 1689; Francesco Saverio, medico, vivente in Bergamo, nel 1702; Carlo, notaio e saggista, vivente in Bergamo, nel 1745; Edoardo, corriere pontificio ordinario, vivente nel 1789; Fratel Antonio, della compagnia di Gesù, chimico farmacista, vivente nel 1844; Giovanni, vincitore del I premio, per "il disegno degli ordini", il 6 agosto 1825, indetto dalla scuola di Architettura di Venezia; Giuseppe e Gio. Battista, di Bergamo, prodi militi, distintisi tra i Mille sbarcati a Marsala. Da una analisi cromatica e simbolica dello stemma, possiamo, infine, ricavare alcune importanti informazioni sulle virtù associate a tal cognome. L'azzurro essendo il colore del cielo, rappresenta la gloria, la virtù e la fermezza incorruttibile; l'aquila, re degli uccelli, compagno di Giove, custode della folgore, insegna temuta un tempo per tutto il mondo, se d'oro in campo d'azzurro è emblema della fama conseguita per la virtù, se spiegata, denota desiderio sublime, elevatezza di pensieri disprezzo di basse cose; il monte significa grandezza, sapienza e dignità sublime; la stella cometa è sinonimo di chiarezza, di fama proveniente da illustre virtù. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Tirone

Familien-Wappen: Tirone

Familien-Wappen Tironi o Tirone

1 Blasonierung die Familie Tironi o Tirone

D'azzurro, ad un aquila di profilo con il volo spiegato, posata su un monte di tre cime, accompagnata nel cantone destro del capo da una cometa posta in palo, il tutto d'oro. Cimiero: un aquila spiegata di nero, beccata e membrata d'oro.

Citato in "Armorial Général par J.B.Rietstap - Deuxième èdition refondue et augmentée - Tome II L-Z" p. 916

Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome