Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Tommasiello, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Patrizi
Heráldica de la familia: Tommasiello
Corona de la nobleza Tommasiello Vanta discendere dalla famiglia dei Leopardi di Costantinopoli, che si vuole passata in Ancona sin dal 646, cambiando il cognome in quello di Tomasi. Pare che il primo a portarla in Sicilia sia stato un Mario, che aveva ottenuto dal Senato Romano la cittadinanza ed il patriziato con privilegio del 1569 (privilegio esecutoriato in Sicilia il 6 aprile 1746 a richiesta di Ferdinando Maria Tomai Caro, principe di Lampedusa), che fu capitan d'armi di Licata nel 1585 e sposò Francesca De Caro e Celestre, baronessa di Montechiaro e di Lampedusa, baronie che per tale matrimonio passarono in casa. Ferdinando e... Continuará

Caro, loro figlio, ottenne investitura di dette baronie il 22 maggio 1614, sposò Isabella La Restia e Jurato e fu padre di Carlo Giulio, che, con privilegio dato in Madrid il 10 dicembre 1638, esecutoriato in Messina il 26 aprile 1639, ottenne concessione del titolo di duca di Palma, fu credenziere e maestro notaro della secrezia di Licata, secreto, maestro notaro civile di detta città e vice-portulano del caricatore di essa, credenziere, maestro notaro delle secrezie e dogane di Girgenti, sposò Rosalia Traina che recò in dote la baronia di Falconieri con casale di Torretta e i marcati Rafforosso, Montecolombino, ecc., fu cavaliere dell'ordine di San Giacomo e con privilegio dato il 13 agosto, esecurionato il 5 novembre 1667, ottenne la concessione del titolo di principe di Lampedusa; un Giuseppe, figlio di Giulio, fu chierico teatino e poi cardinale di S. R. C. e morì nel 1714 ed è venerato dalla chiesa Cattolica come beato; Ferdinando, fratello del precedente, fu investito il 14 novembre 1669, fu cavaliere dell'Ordine di Alcantara, marito di Melchiorra Naselli e Carriglio, di Luigi, prinicipe di Aragona e padre di Giulio, investito di feudi e titoli di famiglia il 24 aprile 1673. Dal matrimonio di detto principe Giulio con Anna Maria Naselli, di Baldassarre, principe di Aragona, venne Ferdinando Maria T., e Naselli, principe di Lamepedusa, ecc., per investitura del 30 aprile 1679, capitano di giustizia di Palermo negli anni 1719-20-21, pretore negli anni 1729-30, 1736-37, 1747-48, deputato del regno nel 1732, 1754, maestro razionale di cappa corta del tribunale del r. patrimonio per privilegio 7-22 settembre 1754, gentiluomo di carmera, cavaliere dell'ordine. e Valguarnera, figlio di Ferdinando, fu duca di Palma per di Lampedusa per investitura del 10 settembre 1776, fu capitanto di giustizia di Palermo nel 1766, deputato del regno nel 1770, presidente dell'Arciconfraternità della Redenzione dei cattivi nel 1776, cavaliere dell'ordine di Malta, ecc.


Comprar un documento heráldico de Tommasiello

Escudo de la familia: Tommasiello

Blasòn de la familia

D'oro a tre fasce di rosso.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook