Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Tondo, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Patrizi
Araldica della famiglia: Tondo
Corona nobiliare Tondo Illustre famiglia senese dei Nove risieduti sotto il governo dei Trentatre. Conta fra i suoi personaggi il beato Jacopo, certosino, compagno di S. Caterina; fra Giacomo, conventuale, fra i più illustri del suo Ordine; Attilio, lettore e avvocato e uditore di Rota in Bologna nel 1575; Franceco, commissario generale in Siena. Durante la lotta delle fazioni tre fratelli si rifugiarono in Gubbio, Iesi e Viterbo dando origine in questa città a tre rami della famiglia dei quali non si sa se ancora superstiti. Del ramo stabilitosi a Gubbio molti coprirono la carica di gonfaloniere e furono ascritti a quella nobiltà... Continua
sin dal 1776 con Damiano. Appartenne a questa famiglia Luca che si creò celebrità con la difesa di Valliano nel 1554. La famiglia è iscritta genericamente nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano del 1922 con titolo di nobile di Gubbio (mf.), in persona dei discendenti da Damiano (1776). Altro ramo. Originaria di Siena, ove era inscritta fra le primarie di quel patriziato. All'epoca delle fazioni, tre fratelli Tondi emigrarono da Siena e si stabilirono in Gubbio, Jesi e Viterbo, fomando tre rami diversi della stessa famiglia. I T. di Gubbio furono ascritti a quel patriziato, e spesso sostennero la carica di gonfaloniere. Un Luca si rese celebre per la difesa di Valliano nel 1554.

Compra un documento araldico su Tondo

Stemma della famiglia: Tondo

Blasone della famiglia

Di rosso, a tre rose d'oro bottonate del campo; con il capo cucito d'Angiò.
Le originarie figure (collari da torneo) sono diventate rose, forse per cattiva esecuzione, a partire almeno dalla seconda metà del XVI secolo. Deriverebbero da una famiglia famiglia Rossi di Gubbio. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 6602.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome