Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Toschino, provenienza: Italia

Titolo: Patrizi
Araldica della famiglia: Toschino
Corona nobiliare Toschino
La famiglia alla fine del secolo XV risiedeva a Castellarano, in provincia di Reggio Emilia. Pare sia oriunda dalla Toscana, da cui avrebbe tratto il suo nome. Messer Giovan Battista era notaio e procuratore in Castellarano nei primi anni del secolo XVI. Da lui nacque l'11 giugno 1535 Domenico, che divenne cardinale, e portò la famiglia a grande lustro e ricchezza. Egli è il più illustre personaggio di questa casata, che ne annovera molti altri distintissimi, specialmente negli studi e per cariche civili ed ecclesiatiche. Fece i primi studi in Reggio, presso suo zio Giovanni, sacerdote, letterato, accademico politico, che... Continua
lasciò carmi latini e degli epigrammi. Poscia fu mandato a Roma. Divenne "abbreviatore" di mons. Filippo Archinto, vicario di Giulio III, poi nunzio a Venezia, indi arcidiacono di Milano. Si laureò in legge a Pavia. Fu procuratore del cardinale Cesi, legato del papa a Bologna, poi vicelegato di Bologna sotto il cardinal Salviati, indi fu governatore di quella città. Passò a Firenze, consigliere di stato del cardinal Ferdinando De' Medici, granduca di Toscana. Clemente VIII lo chiamò a Roma, lo nominò vescovo di Tivoli, poi governatore di Roma, e nel 1599 lo innalzò alla porpora come cardinale prete del titolo di S. Onofrio. La famiglia è iscritta nell'EIenco Ufficiale Nobiliare Italiano col titolo di patrizio di Reggio (m.). Altre notizie, di questa famiglia, sono riportate nell'Albo d'Oro delle famiglie nobili V. Spreti. Altro ramo. Alcuni genealogisti ritengono che questa famiglia sia un ramo della antica famiglia bolognese omonima che fu a capo della fazione Geremea contro i Ghisileri e che dette consoli e anziani. Antonio, di Andrea, da Medicina, si trasferì in Imola avendo sposato il 5 maggio 1788 Geltrude, figlia del conte Giovanni Battista Della Volpe di Imola ed il 20 dicembre 1788 entrò a far parte del nobile Consiglio di Imola acquistando così la nobiltà ereditaria. Pietro figlio del predetto, nato nel 1799, sposò Antonia , di Giuseppe Porrini ed il 19 giugno 1819 ebbe Antonio che nel 1835 sposò Anna Vernocchi e da questa unione nacquero i viventi. La famiglia è ascritta nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano col titolo di patrizio di Imola (m.), in persona di Quintino, di Antonio, nato il 15 marzo 1866, sp. Giulia Antonietta C maggio 1872; Pierugo, nato 10 agosto 1874
Compra un documento araldico su Toschino

Stemma della famiglia: Toschino

Blasone della famiglia

Trinciato d'oro e di rosso alla banda d'azzurro caricata di tre stelle di sei raggi d'oro, posta sul tutto, col capo di concessione di Papa Paolo V Borghese, abbassato sotto un altro capo dell'Impero.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome