Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Trottarelli, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Baroni - Cavalieri - Signori
Heráldica de la familia: Trottarelli
Corona de la nobleza Trottarelli
Antica ed illustre famiglia campana, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di illustri genealogisti, andrebbe ricercata nell'alterato del nome germanico "Druht", ovvero "Trutten", appartenuto, probabilmente, ad un, oggi ignoto, capostipite. Le prime vestigia, lasciate dal casato, le rinveniamo già nel 1100, in Salerno, ove viveva una sig.ra Trotta, che pare sia stata il primo medico donna della storia. Nella bibliografia "Giornale arcadico di scienze, lettere, ed arti" stampata in Roma nel 1826, al volume 32 sono riportati vari atti redatti in Lucca nel 1104 in cui si menziona un "Rainerius marchio... Continuará

cum uxore sua Trotta". Una Trotta, dunque, fu medico in Salerno nel XVI secolo, scrisse varie opere mediche tra le quali citiamo "De muliebrium passionibus ante, in, et post partum". Un Catosso fu celebre letterato, nacque nella Basicalata e fiorì nel XVI secolo. Un Giovan Battista fu celebre matematico, nacque a Popoli e vestì l'abito del gesuita nel XVII secolo. Un Donato, nato a Caserta, fu dotto letterato e scrittore in Napoli nel XVII secolo. Di questa casata il Dallari riporta: "Fu fregiata del titolo di nobile. La presenza del motto, inoltre, nella bibliografia documentata della famiglia, ci conferma l'avita nobiltà raggiunta della casata. Motto della famiglia: Deus et dies.". Altro ramo. Nobile famiglia napoletana, fregiata dei titolo di Barone di Anoya (mpr.) e di Signore di Anglona, con autorizzazione regia del 1950. Tra i membri che, maggiormente, illustrarono tal casato, ricordiamo: Nicola Enrico Trotta (23.IV.1869 - 21-X.1945), sposo di Maria Reggiani (19.I.1885 - 19.VII. 1969); Eugenio Pio, nato in Genova, Barone di Anoya e Signore di Anglona, con Autorizzazione del 1950 di re Umberto II d'Italia, Cavaliere juris sanguinis dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio, sposatosi con Liuba Nedelia Barsakova, Dama dell'Ordine della Corona d'Italia e dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio; Luigi (Roma, 17.III.1971), Barone di Anoya e Signore di Anglona. I cognomi di cotal risonanza rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Comprar un documento heráldico de Trottarelli

Escudo de la familia: Trottarelli

Blasòn de la familia

D'azzurro carico di un giglio d'argento e di un cuore di rosso posti in palo.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome