Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Vaire, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili
Heráldica da família: Vaire
Coroa de nobreza Vaire
Dall'arteria Genova-Tortona presso Arquata si dirama la rotabile che dalla valle dello Scrivia sale, fiancheggiando ora a dritta ora a manca il torrente Spinti, a Varinella, Variana, Grondona; a Variana, frazione di Grondona denominata anticamente V., un grappolo di case attorniava il sovrastante castello che già dal XII sec. e forse prima era soggetto al potere temporale del vescovo di Tortona conte di Voghera. La designazione del luogo fu per un certo tempo il predicato dei castellani che lo assunsero poi definitivamente come cognome, e come tali li troviamo citati in vari documenti; il 27 gennaio 1203 Giacomino del fu... Continua

Anslemo di V. è teste in istrumento con cui Opizzone di Persi dona terreni al monastero di Rivalta, altra donazione, per la quale interviene come teste Oberto di V., è fatta il 20 ottobre 1203 da Rufino Pitterio allo stesso monastero; Guglielmo di V. è teste in atto del 6 settembre 1211 rogato in Grondona con cui il podestà ed il comune di Alessandria promettono assistenza al comune di Tortona contro quello di Genova; l'abate del monastero di Precipiano il 4 giugno 1223 affitta ivi beni a Ottobuono di Musolengo: è teste in istrumento Guido de V. Il console di Cassano Pietro di V. interviene alla stipulazione della pace conclusa il 5 e 6 luglio 1223 nella chiesa di S. Maria in Sale tra cui conti di Langosco e Sparvara ed il comune di Tortona per diritti di fodro e proprietà contestati in Cassano; Folco di V. è teste in istrumento del 16 luglio 1227 con cui il monastero di Rivalta permuta terreni con Giacomo Busacario; nel settembre 1230 i consoli di Tortona riuscirono a conciliare la nobiltà, rappresentata da alcuni esponenti tra cui i V., ed il popolo stipulando nel castello di Sarezzano favorevoli accordi di pace per entrambe le parti. Nella seduta del 6 gennaio 1235 podestà, consoli e Consiglio Generale, al quale sedeva Bencio de V. deliberano la nomina del Sig. Lantelmo di Casei a procuratore del comune di Tortona per la pace col comune di Genova, affidando allo stesso l'incarico di eleggere gli arbitri sulle questioni tortonesi; lo stesso Bencio con Fulco, entrambi consiglieri, appaiono in atto del 26 novembre 1245 con cui il comune di T. vende a terzi beni in territorio di Novi; Rufino è teste in istrumento del 28 maggio 1244 mediante ifinano con terreni acquistati dai già signori di Arquata tra il 18 dicembre 1244 ed il 16 dicembre 1247 secondo convenzione stipulata col comune di Tortona; Francesco Giovanni detto "mugnaio" e Giacomo figli del fu domino Opizzone di V. e Opizzone del fu Anselmo sono testi in atti del 15 marzo 1275, 31 maggio e 21 settembre 1277, 18 gennaio 1281 e 25 febbraio 1281, 6 dicembre 1287, 4 luglio 1288 relativi ad acquisti, accensamenti, ecc.


Compre um documento heráldico sobre família Vaire

Escudo da família: Vaire

Brasão da família

Partito di rosso e di verde; nel 1° a una torre al naturale, al 2° all'aquila di nero.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome