Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Vanenti, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Vanenti
Corona nobiliare Vanenti Le più antiche notizie sulla famiglia Manente o Manenti (De Manentibus) risalgono al 29 luglio 1320 in cui Andrea, prete di S. Ternita in Venezia, rogò il testamento di Grima moglie del fu Paolo Manente, ben fornita di mezzi, e madre di Payse. Più tardi le momorie a Venezia vengono meno: una famiglia dimorava (1622) a S. Felice, e Andrianna Manente fu Domenico, moglie di Domenico Coprano (1777) aveva casa in Procuratie Vecchie a S. Geminiano. Solo dei Manenti si hanno in Venezia varie memorie, ed attualmente vivono a Roma ed a Milano. Non è improbabile che dalla città delle... Continua
lagune qualcuno abbia nel secolo XIV emigrato altrove, poichè si trovano citati nei manoscritti del Paggio a Genova; nei battezzati di Cefalonia; nelle relazioni venete con la Slavonia; a Brescia ed a Mantova; anzi nel 1° ottobre 1427 a Montechiari, paese sito tra queste due città, Stefano di Tonolo giurò, con altri maggiori di quel luogo, di essere fedele alla Giacomo dell'Orio in Venezia, residenza di Nicolò Orsini conte di Pitigliano ai servigi di Venezia, Federico del fu Gratone dei Manenti di Vicenza, sottoscrisse, con altri, una condotta militare tra i Pitigliano e la signoria di Venezia. Agli inizi del secolo XVI la famiglia dei Manenete di Vicenza sedeva in quel Consiglio nobile; era assai ricca ed ebbe molti uomini dotti, tra i quali nel 1565 Antonio giuresperito eccellentissimo, fece questi anni splendor alla Patria con l'eccellenza della dottrina, et belle maniere d'eloquenza che osservava nelle orationi sue, il quale in seguito di quella per tutti tal rispetti hebbe presso Sua Serenità varie legazioni per cose importantissime. Altri rami di questa nobile famiglia, che viveva agiatamente a Vicenza anche nel secolo XVII, sulla fine di quello successivo sono citati nei registri parrocchiali di Colalbrigo, ameno sito posto su di un colle della Marca Trivigiana, luogo originario di Giuseppe figlio di Matteo che sposò a Melma il 10 febbraio 1828 la signora Rosa Combi. Da queste nozze nacque Giacomo dal quale discende il signor Umberto nato a Treviso il 10 gennaio 1879 ed oggidì residente a Venezia. Altro ramo. Le più antiche notizie sulla famiglia Manente o Manenti (De Manentibus) risalgono al 29 luglio 1320 in cui Andrea, prete di S. Ternita in Venezia, rogò il testamento di Grima menico Coprano (1777) aveva casa in Procuratie Vecchie a S. Geminiano.

Compra un documento araldico su Vanenti

Stemma della famiglia: Vanenti

Blasone della famiglia

Troncato, al primo d'azzurro a tre stelle (6) d'oro, male ordinate; al secondo d'argento alla gazza al naturale sostenuta da un monte di verde di tre cime, alla fasia d'oro sulla partizione.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome