Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Varignani, país de origen: Italia

Nobleza: Conti - Marchesi
Heráldica de la familia: Varignani
Corona de la nobleza Varignani
Famiglia originaria di Taranto, dove se ne trovano antichissime memorie. Fu investita di molti feudi, tra i quali il più antico, Carignano, posseduto sin dall'epoca angioina, pare abbia dato il nome alla famiglia. Godette nobiltà in Taranto e trasferitasi nel 1700 in Napoli, vene aggregata al seggio di Portanova. Nel 1780 il duca Giovanni Carignani in occasione del suo matrimonio con una Malvezzi di Bologna fu aggregato a quella nobiltà. Chiara per militare valore e nobili parentele possedette questa famiglia sino all'abolizione della feudalità i feudi di: Carignano, Santa Maria di Novi, San Todaro e Trepuzzi, oltre quello Novoli... Continuará

sul quale venne infisso il titolo di duca per concessione del 1738. Nel 1725 venne decorata del titolo di marchese sul cognome. Con Regio Decreto 22 maggio 1854 questa famiglia fu chiamata a succedere nella sua linea secondogenita discendente da Giulia Pignatelli vedova Carignani, nel titolo di duca di Tolve. Vestì l'abito di Malta nel 1728 e fu decorata del real ordine di San Gennaro, delle Due Sicilie e Costantiniano. Sono degni di particolare ricordo: Francesco sindaco di Taranto, che ebbe il privilegio di porre le armi di famiglia sopra la porta della città di Taranto. Urbano, vescovo di Monopoli dal 1485 al 1508. Francesco, trasferitosi da Taranto a Napoli fu insignito da Carlo VI del titolo di marchese. Felice, nato 1719, balì del S. O. M. di Malta. Giuseppe, gran ciambellano di Corte di re Gioacchino Murat; ambasciatore del detto re presso Napoleone I nel 1813; ministro segretario di Stato nel 1821; presidente della Consulta di Stato nel 1824. Altro ramo. Originaria di Torino, trae la sua nobiltà dal matrimonio di Carlo con Clara Vincenza Tesio di Valloria (nata Torino 1 ottobre1817; dec. Torino, 21 marzo 1880), figlia ed erede dell'ultimo conte di Valloria, Luigi Tesio. Altro ramo. Giuseppe Vittorio nel 1789, dopo ottenuto la nobiltà in considerazione della civiltà di sua famiglia, fece acquisto del feudo di Chianoc (Susa) colla dignità comitale. Suo figlio, Luigi Angelo, agostiniano poi canonico in patria, fondava ivi l'ospedale dei cronici approvato nel 1825. Il di lui fratello Conte Francesco Vincenzo fu senatore nel senato del Piemonte.


Comprar un documento heráldico de Varignani

Escudo de la familia: Varignani

Blasòn de la familia

Troncato: al primo d'azzurro a tre stelle d'argento; al secondo di rosso, al braccio armato, di argento, tenente un ramo di palma, di verde, posto in banda.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook