Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Varrile, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi
Araldica della famiglia: Varrile
Corona nobiliare Varrile
Si vuole originaria di Napoli, dove possedette il ducato di Caivano la baronia di S. Arcangelo, ecc. Un Giovanni fioriì qual maestro razionale della Corte Reginale il 1347. Il primo a recarsi in Sicilia sembra essere stato un Giovan Luca sotto re Martino, dal quale pei suoi segnalati servigi ottenne rimunerazioni ed onori; e fu segretario della regina Bianca. Un ramo di questa famiglia fermò sua stanza in Messina, ed un Giuseppe Barrile al dir del Villabianca comprò dalla R. Corte la terra baronale di Mongiuffi unitamente a' casali di Melia e Kaggi nel 1639; indi nel 1643 l'eresse in... Continua
marchesato. Di tal famiglia molto discorre il p. Ansalone nell'ultima digressione. Il detto marchese Giuseppe come riferisce il Mollica lasciò un grosso volume di pregevoli memorie della città di Messina. Il figlio Giovanni fu giudice della R. G. Corte o sia Tribunale Supremo del regno nel 1652. Morì senza prole ed ereditò il fratello Tommaso Barrile, al quale morto egli pure senza figli successe ne' suoi beni la sorella Bianca, che maritatasi a Pancrazio Corvaja si investì del sudetto titolo nel 1686. Un altro ramo di questa famiglia esiste in Caltanisetta di cui fu autore Vito Barrile nello scorcio del 1600, fratel cugino di Giovannangelo Barrile barone di Sant'Arcangelo e duca di Caivano in Napoli, come pienamente costa dall'atto di transazione per alcuni diritti feudati seguito in Napoli fra detti Vito e Giovannangelo al 1608, presso gli atti di notar de Visco, transuntato e depositato in Palermo presso notar Giuseppe Lo Nigro 9 novembre 1801. Un Giuseppe, con privilegio 4 febbraio - 7 maggio1643, ottenne il titolo di marchese sulla terra di Kaggi e Mongiuffi, titolo passato in casa Rao e poi in casa Loffredo già Auria; un Giovanni fu investito di Turolifi a 15 settembre 1801, fu, per la moglie Francesca Grazia, marchese di Savochetta e barone di Nixima, e, con privilegio 26 marzo-9 luglio 1814, ottenne il titolo di barone di S. Leonardo. Un Paolo Calogero di Pasquale ottenne nel 1852, nel 1871 e nel 1884 riconoscimento dei titoli di barone di Turolifi e barone di S. Leonardo; Giovanni Calogero, fratello del precedente, nel 1846 fu ricevuto nell'ordine di Malta come cavaliere di onore e di devozione.

Compra un documento araldico su Varrile

Stemma della famiglia: Varrile

Blasone della famiglia

Troncato: nel primo d'azzurro, al grifo d'oro attraversato da lambello a tre pendenti di rosso; nel secondo d'oro, a tre monti di verde, sormontati da una rosa di rosso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome