Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Venanti, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili
Heraldik die Familie: Venanti
Krone des Adels Venanti
Antica ed illustre famiglia, originaria di Penne negli Abruzzi. Tale cognominizzazione dovrebbe derivare, direttamente o tramite ipocoristici, dal nome latino Venantius, nome con il significato di cacciatore, portato ad esempio da Venanzio Fortunato (ca. 530 - ca. 600), poeta di Valdobbiadene (TV) che divenne vescovo di Poitiers: "Venantius Honorius Clementianus Fortunatus (natus Ravennae inter annum p.C.n. 530 et 540) erat poeta qui per Europam ad septentriones vergentem totam vagatus scripsit poemata praeclarissima ad Deum laudandum et ad res sua aetate gestas commemorandas". Appartennero a questo casato membri di elevare virtù ma, la penuria delle scritture, ci priva di quelle curiosità... Fortsetzung folgt
più nobili che si possano desiderare. Degno di annovero, tuttavia, risultano essere: Anastasio, Vescovo di Penne, nel 1212 intervenne al Concilio ecumenico lateranense; Cinzio, vincitore nel gioco del pallone, dei giochi celebratesi a Firenze nell'estate del 1616; il dott. Alessandro, vivente nel secolo decimo nono. Altro ramo. Famiglia romana, assai antica. Questa famiglia, a dir dell'Amayden, era sicuramente comprese tra quelle raccolte nel ?Libro d'Oro? del Campidoglio. Dalla bibliografia documentata sui manoscritti della Vaticana, può rilevarsi il numero relativamente esiguo delle memorie riguardanti le famiglie romane. Se si tralasciano le fonti sospette del Ceccarelli, del Fanusio e del Metallino, le cui favole furono in parte accettate dallo Iacovacci, ci rimane il repertorio vastissimo di quest'ultimo. Constatando che non esiste un ?Nobiliario romano?, ma trovasi nell'Archivio Segreto della Santa Sede un grosso volume dal titolo: ?Famiglie ascritte al Libro d'Oro del Campidoglio?. Infatti il libro fu distrutto dalla malevola azione del tempo, distruggitor del tutto, tuttavia ci rimane notizia dell'elenco redatto per ordine di Benedetto XIV, nella sua costituzione Urbem Roman, del gennaio 1746, in base al quale Pio IX, il 2 maggio 1853, ordinò la rinnovazione del ?Libro d'Oro?, fatto per cura di una congregazione araldica capitolina. L'elenco delle famiglie ascritte al Libro d'Oro, conservato nell'Archivio Vaticano, è molto esteso, poichè abbraccia anche le famiglie patrizie estinte da secoli. La famiglia Venanti, dunque, ebbe nobiltà riconosciuta tra il '600 e il 1700, anno in cui Teodoro Amayden eseguì le sue ricerche e compose "Ragguaglio di tutte le nobiltà delle famiglie antiche et moderne di Roma... et famiglie straniere. Fondo Vaticano n.7957, fol. 58".

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Venanti

Familien-Wappen: Venanti

Blasonierung die Familie

D'argento, alla fascia di rosso, accompagnata in capo da una cometa di nero, posta in palo, e nella punta da un cane passante al naturale, collarinato di rosso con anello d'oro.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome