Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Vendraminelli, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Dogi
Heraldik die Familie: Vendraminelli
Krone des Adels Vendraminelli
Patrizi Veneti. Illustre famiglia dogale. A Venezia, nella chiesa dei S.S. Giovanni e Paolo, trovasi il mausoleo del Doge Andrea, celebre opera di Tullio Lombardo del 1493. Nell'ex Cattedrale di Venezia, San Pietro di Castello, trovasi la Cappella Vendramin, opera del Longhena B., con le statue del Barthel Melchiorre, raffiguranti Paolo V che impone il Cappello Cardinalizio a Francesco V. Nel 1228 "Aquilese" (detto) combatté valorosamente contro i Turchi nell'isola di Candia nella furiosa battaglia di Milopotamo, perdendo la vita. Nel 1381 iscrizione al patriziato Veneto di Andrea che si rese benemerito della Repubblica di Venezia al tempo della pericolosa... Fortsetzung folgt
Guerra contro i Genovesi venendo ammesso a pieni voti al Gran Consiglio. Nei suoi commerci con l'Egitto, aveva come marchio una mezza luna con una stella. Un altro Andrea fu il LXXI Doge di Venezia dal 1476 al 1478. Il Papa Sisto IV nel 1477 gli conferisce la prima Rosa d'Oro,deposta nel Tesoro di S. Marco. nel 1477 Bartolomeo viene investito con Titolo di Conte di Tisana (UD) (ex feudo Malombra). Nel 1517 Nicolò erige a Treviso nella Cinta Muraria la Porta Vendramin ora S.S. Quaranta. Nel 1547 Gabriele lascia agli eredi un'importantissima raccolta d'arte fra cui celebri opere di Jacopo Bellini,"La Tempesta" del Giorgione ed una tela del Tiziano raffigurante la famiglia (ora al National Museum di Londra). Nel 1605 Francesco venne creato Cardinale, poi Patriarca di Venezia. Nel 1752 un Francesco fonda uno dei maggiori teatri veneziani, quello di S. Luca, divenuto poi "Goldoni". Nel 1755 Pietro è "Inquisitor all'Arsenal" di Venezia. Nel 1739 al ramo dei S. Marcuola venne aggiunto per ragioni ereditarie al cognome "Calergi", divenendo così Vendramin Calergi (originari di Candia). Nel 1844 i fratelli Nicolò e Gasparo vendono il grande Palazzo del '500 opera dell'architetto Moro Codussi, sul Canal Grande, ora Casinò Municipale. Nel 1818 Sua Maestà l'Imperatore d'Austria concede a questa famiglia la dignità e grado di Conte dell'Impero d'Austria. La famiglia ebbe molti uomini di cultura e di valore che si distinsero nella lotta contro il turco. La famiglia, coi suoi Palazzi, nei varii sestieri di Venezia, era divisa in più rami (quasi totalmente estinti) ed è così che vennero detti di: S. Marcuola, Zuecca, Carmi(1476-78), zio di Benedetta moglie dell'altro doge Andre Gritti (1523-38).

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Vendraminelli

Familien-Wappen: Vendraminelli

Blasonierung die Familie

Troncato d'azzurro e di rosso alla fascia d'oro attraversante sulla partizione.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome