Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Ventimiglio, país de origem: Italia

Nobreza: Conti - Principi
Heráldica da família: Ventimiglio
Coroa de nobreza Ventimiglio
Scorgesi in lei il Dominio del Contado di Ventimiglia della Liguria, e di Lonzano, il Marchesato della Marca nelle Alpi della Lombardia, con assoluto dominio, quel del Contado d'Ischia maggiore, e minore, di Procidia, di Lementini, di Montefarcio, di Bitonto, di Catanzaro, del Marchesato di Cotrona, e del Principato di Taranto nel Regno di Napoli. In Sicilia pue del Contado di Gerace, di Gerami, di Collesano di Malta, e Gozzo, d'Alcamo, di Naso, di Sperlinga, e Ganige, de' Principati di Castelbuono, della Scaletta di Belmonte, della Città di Termine, di Mistretta con la quarte parte del Regno, che toccò al... Continua
Conte Sarlone Normando, ceppo di questa illustre famiglia, e decimo ottavo Avo del vivente Marchese di Gerace, per averlo liberato dal giogo Africano, e converito al divin culto. Seguendo i ceppi più antichi troviamo Rollone, nato del real sangue de' Regi Goti, figliuolo di Guido Sarlo, discendente, con diretta linea, da Adolfo, fratello di quel chiarissimo re Goto, Totila; fu colui il quale per ambizione di Dominio, andò, con un grosso esercito di Dani, sopra la Francia, signoreggiata allora dal re Carlo III, chiamato il semplice; e facendo gran progressi con danno grande di quel Regno, accordatosi finalmente col re,ne ebbe la figlia in moglie, con una gran parte della Neustria in dote, che fu detta poi di tal "nazione Normandia". Si crede che il primo a passare in Sicilia sia stato un Guglielmo, conte di Ventimiglia, nel 1242, padre di un Enrico che, per ragion di dote, fu in Sicilia, il primo conte di Geraci in sua famiglia, possedette le due Petralie, fu vicerè in Napoli e morì nel 1265, col grado di capitan generale d'esercito di re Manfredi. Altro ramo. Godette nobiltà in Messina. Un Giuseppe è annotato nella mastra nobile di detta città, nel 1798-1807 e occupò la carica di giudice civile in Milazzo, nell'anno 1801; un Pietro, figlio del precedente, fu primo presidente onorario della corte suprema di giustizia e cavaliere d'onore e di devozione dell'ordine di Malta. Altro ramo. Originaria di Vizzini. Un Luigi, dottore in leggi, fu giudice criminale in Vizzini nel 1783, capitano di giustizia in detta città nel 1803, acquistò parte della baronia di Passaneto, ed oggi troviamo iscritto, con il titolo di barone di Monteforte, nell'elenco ufficiale definitivo delle famiglie nobili e titolate della regione siciliana, il signor Rosario Ventimiglio, padre di Luigi e Concettina. I cognomi così antichi rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Compre um documento heráldico sobre família Ventimiglio

Escudo da família: Ventimiglio

Brasão da família

Inquartato: nel primo e quarto di rosso, col capo d'oro; nel secondo e terzo d'azzurro, alla banda scaccata di due file di argento e di rosso. Cimiero: un leone coronato d’oro, impugnante con la destra una spada d’argento. Sostegni: due leoni d’oro, coronati all’antica dello stesso, lampassati di rosso. Divisa: DEXTERA DOMINI FECIT VIRTUTEM, DEXTERA DOMINI EXALTAVIT ME.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome