Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Vertolli, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Heráldica de la familia: Vertolli
Corona de la nobleza Vertolli In seguito a proposta della Magistratura civica della città di Pisa la famiglia, anche detta Bertolla, fu, con rescritto 10 aprile 1818, ascritta alla Nobiltà pisana nelle persone di Giovacchino di Giovan Niccola e dei figli di Giuseppe di Giovan Niccola; ai quali tutti, con successivo rescritto del 24 gennaio 1836, fu conferita altresì la Nobiltà livornese. Giuseppe di Tommaso di Giovan Niccola avvocato e cavaliere di S. Stefano, domandò nel 1855 l'ascrizione alla Nobiltà pisana, che gli fu concessa con rescritto del 21 marzo di quell'anno. Tommaso di Giuseppe, di Tommaso. Figli: Maria, Teresa, Giovanni. La presenza del motto... Continuará

nella bibliografia documentata della famiglia ci conferma l'avita nobiltà raggiunta della casata. Infatti l'origine del motto risale a circa il XIV secolo e deve essere ricercata in quei detti arguti che venivano scritti sui vessilli o bandiere dei cavalieri, esposti alle finestre delle locande in cui questi alloggiavano, in occasione dei tornei, e durante i tornei stessi. Motto della famiglia: In deo fides. Altro ramo. Originaria del Friuli, prese stabile dimora in Udine nel 1480. A' avuto due valenti leggisti, ed un distintissimo medico, il Dott. Alvarotto che morì nel 1532.


Comprar un documento heráldico de Vertolli

Escudo de la familia: Vertolli

Escudo de la familia Vertolli

Blasòn de la familia

D'argento al monte di verde di tre vette, col capo di rosso, carico di un leone passante sopra un ristretto di pianura e tenente con la zampa anteriore destra una ruota, il tutto d'oro.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome