Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Vicardi, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Duchi
Heraldik die Familie: Vicardi
Krone des Adels Vicardi
Capostipite di questa famiglia fu un Domenico, di bassa condizione, nativo di S. Giorgio nella Lomellina ed impiegato al servizio delle stalle di Corte in Milano. Per aver scoperto nel 1415 una congiura a danno del duca Filippo Maria, si ebbe in premio dallo stesso duca molti beni e la concessione alla di lui famiglia del cognome e dell'arma della famiglia. Lasciò egli allora il cognome Vicardi, ed i suoi discendenti portarono sempre quello di V. Da lui nacquero Bartolomeo che nel 1429 fu eletto Vescovo di Novara da Martino V; Alessandro capitano d'uomini d'armi al servizio dei duchi di... Fortsetzung folgt
Milano; Andrea castellano di Carimate nel 1430, ascritto poi nel 1450 fra i decurioni di Novara; e Giorgio, il quale dal Duca Filippo-Maria nel 1415 ebbe molti beni alla Zelada con un porto sul Ticino, detto di Parasacco, poi comprò molti beni a Riozzo, ed in seguito, eletto famigliare ducale ed entrato nelle milizie, intervenne alle frequenti guerre sostenute dal Duca contro vari principi e repubbliche d'Italia, per lo che nel 1432 si ebbe in dono Cicognola coi luoghi di Canevino e Bronno con mero e misto impero, e nel 1434 il luogo di Carminate. Il duca Francesco Sforza nel 1454 gli concedette il titolo di conte sopra Bronno e Cicognola. Questa famiglia ha dato alla patria otto decurioni, il primo dei quali fu Lodovico eletto nel 1549, e l'ultimo Scaramazza eletto nel 1716. Molti furono aggregati al Collegio dei nobili giureconsulti, altri furono dei dodici di provvisione, ed altri ambasciatori, cavalieri di Malta, podestà, familiari e consiglieri ducali ecc. Sasso di Matteo fu commissario generale delle fortezze e delle munizioni del ducato sotto Massimiliano Sforza; Gaspare di Alessandro, tenente generale e maestro di campo al servizio di Spagna morto nel 1696; Scaramuzza, suo fratello, nel 1657 ebbe il titolo di marchese sulla terra e feudo di Riozzo, già acquistata da' suoi antenati. Oltre il summenzionato Bartolomeo, che fu Vescovo di Novara, questa Casa vantava altri eminenti prelati ed ecclesiastici distintissimi, fra' quali un Ortensio eletto Vescovo di Lodi nel 1702 da Clemente XI; un Francesco, de' Chierici Regolari di S. Paolo, che fu vice-preposito generale della sua congregazione, quindi da Innocenzo XI eletto nel 1688 Vescovo di Novara.

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Vicardi

Familien-Wappen: Vicardi

Blasonierung die Familie

D'azzurro al cervo saliente d'oro.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome