Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Vignatelli, provenienza: Italia

Titolo: Principi - Marchesi - Duchi - Conti - Baroni
Araldica della famiglia: Vignatelli
Corona nobiliare Vignatelli
Discendenza di Giacomo quondam Palamede signore di Noia (Basilicata) e Cerchiara (Calabria), deceduto 15 agosto 1359, giustiziere di Principato Cirta e Basilicata. Dette alla chiesa un pontefice, Innocenzo XII, (1691-1700), Antonio Vignatelli figlio di Francesco dei marchesi di Cerchiara, marchese di Spinazzola, e di Porzia Carafa, principessa di Minervino, figlia di Fabrizio duca d'Andria. Marchesi di Spinazzola dal 25 aprile 1576, principe di Minervino dal 16 gen. 1629 per refuta ed eredità Carafa. Signori di Noia dal 1530; signori di Cerchiara dal 1532; marchesi di Cerchiara dal 7 nov. 1556, titolo concesso a Fabrizio,. figlio di Giacomo, viceré di Calabria,... Continua
Mastro di Campo generale, 2° signore di Noia. principi dello stato di Noia dal 2 giugno 1600, una alla terra di Senicese, concesso a Fabrizio, 3° marchese di Cerchiara il 24 nov. 1627; baroni di regina e di Montecorvino; principi di Montecorvino dal 15 giugno 1650. In questa linea dei Vignatelli si estinse la linea primogenita di Carlo, figliuolo del già nominato Tommaso, governatore di Atri, con Geronima, principessa del Sacro Romano Impero, 5° duchessa di Monteleone, contessa di Borrello, vice regina di Aragona nel 1655, nata in Napoli 7 nov. 1599, morta in Monteloeone il 24 sett. 1667, figlia di Ettore III, 4° duca di Monteleone, patrizio romano dal 27 ag. 1589, vicerè di catalogna e di Caterina Caracciolo, di Carlo, conte di S. Angelo dei Lombardi; sposata il 24 marzo 1615 a Fabrizio III. Pignatelli 5° marchese di Cerchiara, 3° principe di Noia, che ereditò per la moglie i titoli di duca di Monteleone con anzianità dal 29 maggio 1527; conte di Borello con anzianità dal 30 ag. 1520 e barone di Mesiano e Rosarno con anzianità dall'8 giugno 1501; conte di S. Angelo dei Lombardi per successione Caracciolo, con anzianità dal 1° dic. 1426. Il ramo primogenito di questa linea dei marchesi di Cerchiara e principi di Noia, antepose ancora il nome e le armi Aragona Cortes per i patti nuziali 24 febb. 1639 per N. Pietro Gaffeo di Palermo, nei quali capitoli fu stabilito che la prole di Ettore Vignatelli, marchese del Vaglio con Giovanna di Aragona, dovesse chiamarsi Aragona Cortes Pignatelli. Successione per il suddetto matrimonio, il 16 giugno 1639, in Palermo, ai titoli siciliani di marchese di Avola con Almirante, ereditari del regno di Sicilia, dal 1570; marchese della Favara, conti di Borgetto, baroni di Sant'Angelo, di Belici, di Barribaida, di Casteltermine. Un Nicolò, duca di Monteleone, principe di Castelvetrano, ecc. fu vicerè in Sicilia e in Sardegna negli anni 1719-1722, cavaliere del Toson d?Oro, ecc.; un Diego, principe di Castelvetrano, ecc. (1724) fu cavaliere del Toson d'Oro, grande Almirante e gran contestabile del regno di Sicilia, colonnello di un reggimento di corazzieri in Napoli, ecc. ; un Domenico, patrizio napoletano, arcivescovo di Palermo, con cedola reale del 31 maggio 1802 venne eletto presidente e capitan generale del regno di Sicilia; un Giuseppe, duca di Monteleone, principe di Castelvetrano, ecc. fu pretore di Palermo nel 1838, ecc. Oggi la famiglia è rappresentata dal signor Giuseppe Pignatelli e Fardella (di Antonio, di Giuseppe) che, con decreto ministeriale del 10 agosto 1906, ottenne riconoscimento dei titoli di principe del Sacro Romano Impero, principe di Castelvetrano, duca di Terranova, marchese d?Avola, marchese della Favara, marchese di Caronia, conte di Borgetto, barone di Sant'Angelo Muxaro, barone di Casteltermine, di Birribaida, signore di Montedoro ed è marito della nobile signora Rosa de la Gandara e padre di Maria Gloria, Antonio e Maria Anna.

Compra un documento araldico su Vignatelli

Stemma della famiglia: Vignatelli

Blasone della famiglia

D'oro a tre pignatte di nero disposte 2, 1, con un lambello a tre pendenti di rosso, nel capo.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome