Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Vitali, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili - Cavalieri - Baroni
Variações Sobrenome: Vitalio - Pitali - Vitalli
Heráldica da família: Vitali
Variações Sobrenome: Vitalio - Pitali - Vitalli
Coroa de nobreza Vitali
Antica ed assai nobile famiglia siciliana, della quale notiamo un notar Giovanni, il quale fu maestro notaro dell'ufficio del Protonotaro del Regno, sotto re Federico il Semplice. D'altronde, tal famiglia, nel dispiegarsi dei lustri, sempre è riuscita a produrre una serie di uomini che resero illustre il suo nome, nei pubblici impieghi, nelle professioni liberali ed ecclesiastiche e nel servizio militare. Un Pietro acquistò il feudo o Foresta de Plati da Ludovico De Bonagrazia e ne ottenne conferma a 16 marzo 1383; un Giovanni fu senatore di Palermo nell'anno 1445-46; un Matteo tenne la stessa carica in Messina nell'anno 1452-53;... Continua
un Giovanni Antonio, a 8 febbraio 1509, fu investito dei feudi Ranchura, Zarbo, Argentera, Favarotta e Panitteri, e, con privilegio dato a 20 ottobre 1508 esecutoriato a 11 gennaio 1510, ottenne concessione del titolo di regio cavaliere; un Girolamo fu senatore in Messina nel 1582-83, e fu razionale ordinario del tribunale del Real Patrimonio e maestro notaro del campo e porto di Messina nell'anno 1594; un Benedetto, come marito di Caterina La Liarda, possedette i censi del regio Demanio di Messina nella seconda metà del secolo XVI; un Nicola fu senatore di Messina nel 1610-11; un Francesco fu giudice della corte pretoriana di Palermo nell’anno 1737-38 e del tribunale del Concistoro nell'anno 1746-47; un Guglielmo, della terra di Santa Croce, fu proconservatore e sindaco di detto comune, a 23 novembre 1813, ottenne dal protonotaro del regno parere favorevole per la chiesta concessione di un titolo di barone, titolo che gli venne concesso con privilegio dato a 20 aprile esecutoriato a 20 maggio 1814. Nell'elenco ufficiale definitivo delle famiglie nobili e titolate della regione siciliana troviamo notati, con il titolo di nobile, il signor Giovanni Vitale (di Deodato), padre di Arturo (padre di Guido, Umberto e Riccardo), Alessandro (padre di Rosa e Pia), Alberto, Elvira, Luisa. La famiglia levò per arme. D'azzurro, al volo d'argento. Alias. D'azzurro a tre viti d’oro impalate dello stesso. Alias. Partito: nel primo d’argento, al braccio armato al naturale impugnante un compasso d’oro nell’atto di misurare tre stelle dello stesso ordinate in fascia nel capo e un ramo di vite fruttifero d’oro, posto nella punta; nel secondo, d’azzurro, alla torre merlata d’argento sostenuta da due leoni controrampanti dello stesso. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Compre um documento heráldico sobre família Vitali

Escudo da família: Vitali
Variações Sobrenome: Vitalio - Pitali - Vitalli

Escudo da família Vitali

1 Brasão da família Vitali

D'azzurro al volo d'argento.

Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome