Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Vito, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Conti
Variaciones apellido: Vito (di)
Heráldica de la familia: Vito
Variaciones apellido: Vito (di)
Corona de la nobleza Vito
La filologia moderna ritiene, sulla scorta di importanti ricerche araldiche, che le famiglia (de/De o di/Di) Vito, Vita e Viti, siano tutte diramazioni di un unico ceppo. Dell'antica famiglia Vito, si ha memoria in Traetto (Campania), fin dal 1288, con Vito Vito, padre di Nicola, investito nel 1306 della dignità di Magister dal Pontefice Clemente V. Ebbe, dai Sovrani di Napoli, concessioni di terre nei pressi di Gaeta, con obbligo di fornire un armato. Altro ramo. Famiglia feudataria del XVII secolo in Calabria sulla terra di Caraffa, detta De Vito o De Viti, decorata del titolo di conte nel 1714... Continuará

su decreto dell'imperatore Carlo VI; ricevuta nell'Ordine di Malta per giustizia nel 1900 con il conte Gaetano (Gran Magistero di Roma 385; Priorato di Napoli) per onore e devozione nel 1912 (Gran Magistero di Roma, Proc. Onore e devozione n. 114). Un ramo si stabilì in Trani con il conte Francesco (nato nel 1808); Pasquale (Altamura 1806 - Napoli 1871), di Francesco, proveniente dalle Guardie del Corpo, maggiore del "2° Dragoni", ha partecipato alla campagna del Volturno e del Garigliano per la difesa del Regno, il suo reparto si sciolse nel novembre del 1860 nello Stato Pontificio. Vincenzo, conte, ufficiale di cavalleria del Regio Esercito Italiano, vivente nella prima metà del XX secolo; ramo dei nobili dei conti rappresentato da Claudio vivente nella prima metà del XX secolo. Altro ramo. Nobile famiglia di Gaeta, le cui prime memorie si hanno nel secolo decimo quarto, i cui membri si trasferirono a Sessa intorno alla metà del'600, in seguito al matrimonio celebrato nel 1684, tra Giulia Piscicelli, ultima erede della famiglia e Francesco De Vito. Dalla famiglia De Vito Piscicelli discendono due rami: quello dei De Vito Piscicelli Longobardi De la Cruz Ahedo, in seguito al matrimonio tra Francesco Piscicelli e Felicia Longobardi de la Cruz Ahedo, celebrato nel 1798, e il ramo dei De Vito Piscicelli Taeggi, in seguito al matrimonio di Carlo De Vito Piscicelli con Rachele Taeggi, celebrato nel 1822. Della famiglia De Vito Piscicelli Taeggi, si ricordano Oderisio (1840-1917), monaco benedettino e abate di Cava dei Tirreni, nonché priore di San Nicola di Bari; Giacomo (1865-1912), il quale fu ufficiale di artiglieria e fu, tra il 1907 e il 1911, assessore al Comune di Napoli; Maurizio (1871-1917) - al quale è intitolata a Napoli una famosa strada nel quartiere Vomero-, che, ufficiale di cavalleria, combattè nella guerra greco-turca del 1897, fu uno degli esploratori dell'Africa Equatoriale e cadde in combattimento a Caporetto nel 1917; Oderisio (1900-1979), ufficiale di artiglieria, il quale combattè in Africa settentrionale, decorato con tre medaglie d'argento e due croci di guerra. Oderisio De Vito Piscicelli Taeggi fu anche amante delle lettere e appassionato di studi storici napoletani. La famiglia De Vito Piscicelli Taleggi si imparentò con la famiglia Compans, in seguito al matrimonio tra Riccardo De Vito Piscicelli Taeggi e Gabriella Compans de Brinchanteau Challant, dai quali pervenne l'archivio della famiglia. Nel 1959 la famiglia De Vito Piscicelli Taeggi è stata insignita del titolo di conte, concesso da Umberto II di Savoia, in linea maschile primogenita e in persona del già nobile De Vito Piscicelli Taleggi Carlo, con estensione del titolo "dei Conti", in linea maschile e femminile, al fratello Arturo; nel 1967, il già citato Oderisio De Vito Piscicelli Taeggi ottenne il titolo di conte in linea primogenita maschile.


Comprar un documento heráldico de Vito

Escudo de la familia: Vito
Variaciones apellido: Vito (di)

Escudo de la familia Vito (De o Di)

1 Blasòn de la familia Vito (De o Di)

Partito d'argento e d'azzurro alla rosa di rosso attraversante sulla partizione.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome