Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Voda, país de origen: Italia

Nobleza: Conti
Heráldica de la familia: Voda
Corona de la nobleza Voda
E' opinione assai accreditata che i membri della famiglia, diffusi nel Piemonte e nel Veneto, derivino da un conte di Savoia, che per la sua lunga corrispondenza fu detto il C. Verso il mille costoro vivevano a Savona, ed appartennero alle magistrature cittadine; ebbero inoltre famosi navigatori. La famiglia sono chiamati anche Cauda, imparentati coi del Carretto, possedettero una parte del feudo di Gravere, nel mandamento di Susa intorno il 1663. Questo ramo fu investito del titolo comitale il 17 febbraio 1722, e poi quello dei conti di Casalette. Nel Veneto abitavano fin dal 1299, nel quale anno il veneziano... Continuará
Giovanni subì alcune rappresaglie da parte dei milanesi. In questa faccenda intervenne la Repubblica, e così pure, per altre ragioni commerciali, che il suddetto C. aveva (1311) nella Sciampagna. In quel secolo ai 22 di settembre 1377 Marquardo di Randech, Patriarca di Aquileia, connesse a Leonardo C. un manso (podere) in S. Vidotto vicino a Rosam a diritto di feudo del marchesato; sempre nel Friuli, 17 aprile 1599, Don Adriano, pievano di Gemona, ottenne una investitura, descritta nel catastico di Udine; in seguito questa famiglia si trova registrata nei ruoli militari della Repubblica Veneta. Agli albori dei settecento, e in tutto quel secolo, i membri della famiglia si occuparono vari gradi nelle milizie della Signoria, e nel reggimento del colonnello Petrovich vi era nel 1774 la compagnia del capitano Alessandro Coda. Tra i vari componenti questa famiglia, dimoranti a Venezia, trovasi nel 1785 in Antonio Coda menzionato in una causa civile e negli atti del notaio Giovanni Porta. Qualche decina di anni dopo Giovanni Coda, marito della signora Anna Vincato di Vicenza, esercitava il commercio delle armi a S. Marco. Da questo ramo nacquero Pietro ed Alberto, valenti seguaci dello schermitore trevigiano Francesco Bellusso, il quale inaugurò nel 1835 una sala d'armi a S. Luca. L'insegnamento del Bellusso così si legge in una nota sulla scherma era basato sulla scuola così detta mista. Per merito speciale dei maestri Francesco e Federico Bellusso e Pietro Coda, Venezia ebbe campo di ammirare sulla pedana i migliori tiratori di quei tempi. Nella grande accademia del 2 aprile 1876 sollevarono grande entusiasmo i due baroni Swift e Turillo di San Malato in u pochi anni addietro, è padre del cav.
Comprar un documento heráldico de Voda

Escudo de la familia: Voda

Blasòn de la familia

Di rosso a tre bisanti d'oro posti uno, due.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome