Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Zaffaranu, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili - Cavalieri
Heraldik die Familie: Zaffaranu
Krone des Adels Zaffaranu
Antica famiglia laziale, di chiara ed avita virtù, con residenza in Velletri, la cui blasonatura è riportata dal commendator G.B. di Crollalanza, nei volumi del suo "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane". L'origine di tal cognominizzazione, al dir di illustri genealogisti, andrebbe ricercata nel mestiere di commercianti di zafferano, svolto, probabilmente, da un, oggi ignoto, capostipite. In ogni modo, tal casato, verosimilmente, venne fregiato del cavalierato, in seguito ai fedeli servigi prestati da Martino e Francesco, cavalieri crociati i quali, valorosamente, combatterono sotto i vessilli del cardinale Albornoz, nelle campagne che sottomisero il Lazio, Spoleto, i Montefeltro... Fortsetzung folgt
di Urbino, i Malatesta di Rimini e gli Ordelaffi di Forlì. Anche successivamente, inoltre, la famiglia, sempre, si distinse per gli illustri personaggi, a cui diede i natali, tra i quali, ricordiamo: Cav. Carlo, dottore in "utroque jure", vivente in Velletri, nel 1522; D. Maurizio, Canonico e Pronotario Apostolico, vivente in Roma, nel 1531; Carlo, "doctor iuris famosi", di specchiata moralità, vivente in Roma, nel 1544; Cav. Luigi, notaio della Sacra Rota Romana, vivente nel 1598; Giordano, Alfiere della Santa Romana Chiesa, sotto i vessilli del Generale Jacopo Boncompagni(Bologna, 8 maggio 1548 - Sora, 18 agosto 1612); D. Leonardo, nunzio apostolico in Vicenza, vivente nel 1611; Cav. Tommaso, dottore e lettore di filosofia e teologia, vivente in Velletri, nel 1672; Bartolomeo, consigliere del Governatore di Collevecchio, vivente nel 1682; Martino, dottore in Scienze Naturali, vivente nel 1689, in Velletri; P. Paolo, dell'Ordine dei Predicatori, autore di numerosi saggi, vivente in Velletri, nel 1723; Bortolo, dottore in medicina, operante in Roma, nel 1767; Antonio, della Compagnia di Gesù, versatissimo nelle Lettere Greche e Latine, vivente in Sabina, nel 1798; Giulio e Pietro, consiglieri della Repubblica Romana, nel 1849. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Zaffaranu

Familien-Wappen: Zaffaranu

Blasonierung die Familie

D'azzurro, alla pianta di zafferano sradicata d'argento, fiorita di otto pezzi d'oro.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome