Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Zapoli, país de origem: Italia

Nobreza: Cavalieri - Nobili - Principi
Heráldica da família: Zapoli
Coroa de nobreza Zapoli Il Villabianca, nel suo volume "Sicilia Nobile", dice "La casa Napoli di Sicilia è la stessa, che la Caracciolo di Napoli, quel grido che il Mondo sa; passò in Sicilia nella persona di Niccolò Caracciolo, unendosi ai seguaci del partito di Federico II di Aragona acclamato Re dei Siciliani, dopo la rinuncia del Re Giacomo suo fratello. Fu il Caracciolo riconosciuto dei suoi servizi dal Re Federico col governo perpetuo della città di Traina, ove con tal occasione fè, per alcun tempo dimora la sua discendenza. Sortirono i signori Caraccioli in Sicilia, l'appellativo de' Napoli dalla Provincia di loro... Continuaorigine; al solito di tante altre famiglie venute di fuori: come la Colonna, detta Romano, da Roma lor patria; la Beccadella detta Bologna dalla lor città; la Palli signora di Lucca, detta fra noi Lucchesi". Tale illustre casata possedette, in Sicilia, i principati di Bellacera, Campobello, Condrò, Monteleone, Resuttano, Santo Stefano di Mistretta; i ducati di Bissana, Campobello, Cumia, Vatticani; i marchesati di S. Calogero, Leongavo, Melia, Napoli; le baronie di Alessandria, Baccarati, Fargione, Ficara, Francavilla Oliveto, Long, Santa Ninfa e Perrana. Passò molte volte all'ordine di Malta, trovando, nei secoli scorsi, un Tommaso cavaliere nel 1475, un Giannantonio, nel 1447, un Isidoro, nel 1565; un Francesco nel 1571; un Flaminio nel 1579; un Lattanzio nel 1602 e molti altri. Un Giovanni, secondo il Pirri, fu vescovo di Cefalù nel 1254; un Antonino-Giacomo, con privilegio dato a 12 dicembre 1498, esecutoriato a 15 marzo 1499, venne nominato castellano di Troina; un Francesco, dottore in legge, fu giudice straticoziale di Messina nel 1539, giudice della Gran Corte negli anni 1554, 1556, deputato del Regno, vicario generale in Sicilia e reggente del Supremo consiglio d'Italia nel 1557; un Girolamo, fu giudice del Concistoro, maestro razionale giurisperito del tribunale del Real Patrimonio nel 1585; un Giuseppe, fu giudice della corte pretoriana di Palermo nel 1602, del tribunale del Concistoro nel 1606, della Gran Corte nel 1613, deputato del Regno negli ani 1615, 1618, con privilegio dato a 12 giugno, esecutoriato a 9 ottobre 1620, fu nominato presidente del tribunale del Real Patrimonio e fu reggente del supremo Consiglio d'Italia in Madrid nel 1626.
Compre um documento heráldico sobre família Zapoli

Escudo da família: Zapoli

Brasão da família

D'azzurro, al leone d'oro, sormontato dal motto Viro constanti di nero, in fascia, con due stelle d'oro e un giglio dello stesso posti nel capo 2 e 1.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome