Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Zazaro, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Heráldica de la familia: Zazaro
Corona de la nobleza Zazaro Nelle pagine introduttive inerenti le vicende del Palazzo Pretorio trascivemmo dal Rassino di Belforte gli estremi dell'investitura al capitano Daniele de L. della consignoria di Castelnuovo ed Alzano nel 1230; come già ebbimo a dire, la loro presenza in Castelnuovo è anteriore a tale conferimento per cui non riteniamo sia stato questo il motivo determinante che prevalse sull'opportunità o meno di continuare a risiedervi stabilmente. I L. discendono dall'antichissimo ed illustre casato padovano (948) dei signori di Conselve (Padova) che diramò in Toscana, a Roma, nel Veneto ove nel 1613 fu insignito della contea di Palù (Verona) dal Senato Veneto,... Continuará
in Lombardia a Castelnuovo e Tortona indi ad Alessandria e Torino, a Messina ed in Francia. Si presume che a Castelnuovo risiedessero sin dalla fine del sec. XII, poiché già nel 1221 un membro della famiglia, Tebaldo, è investito della carica consolare: con i colleghi ed i maggiorenti del luogo il 16 febbraio è costretto a ricevere, scortato dai rappresentati tortonesi, Giovanni Lupo delegato di Corrado vescovo di Metz e di Spira cancelliere imperiale in Italia ivi recatosi per immettere il comune di Tortonanel possesso di Castelnuovo come decretato da Federico II; agli stessi è pure intimato di recarsi a Tortona per prestare l'obbedienza dovuta entro il termine fissato; lo stesso Tebaldo, Pietro e Giovanni L. e molti uomini di Castelnuovo nell'ottobre seguente giurano il cittadinatico del comune di Tortona; proprietà di Gandolfo confinano con terreni che Gosberto Guerci di Castelnuovo il 21 marzo 1228 dona al monastero di Rivalta, altre di Pietro con terreni dei Frambaglia permutati il 16 giugno 1230 con altri di detto monastero. Nella seduta del 6 gennaio 1235 podestà, consoli e Consiglio Generale di Tortona, al quale sedeva Anselmo L., deliberano la nomina del signor Lantelmo di Casei a procuratore del Comune per la pace con quello di Genova, affidando allo stesso l'incarico di eleggere gli arbitri sulle questioni tortonesi; ciò dinota che la presenza dei L. in Tortona chiamati anche Lazari, Lazaro, Lazzari, è coeva se non precedente a quella castelnovese... ed in Tortona acquistano in breve ascendenza e prestigio poiché nel 1245 ben tre membri della famiglia siedono al Consiglio: Gaviglio, Castello e Nicola cheroprietà della figlia di Gandolfo L. e del predetto Tebaldo come rilevasi dal regesto degli accensamenti fatti dal Capitolo nel Tortonese dal 1251 al 1300; terreni di Nicola, pure in Alzano, confinano con beni che detta Chiesa il 31 ottobre 1256 investe a terzi; domino Stefano di L. è teste in atto del 5 aprile 1277 con cui Tebaldo Pataro, testando, dispone lasciti a favore del monastero di Rivalta.

Comprar un documento heráldico de Zazaro

Escudo de la familia: Zazaro

Blasòn de la familia

D'oro a tre bande di rosso col capo del primo all'aquila coronata di nero.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome