Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Zocatelli, provenienza: Italia

Titolo: Baroni - Nobili
Araldica della famiglia: Zocatelli
Corona nobiliare Zocatelli
Nel corso del secolo XVI numerose furono le famiglie che per guadagnarsi la vita dalla nativa nella Valle Imagna emigrarono nelle diverse parti d'Italia, fissandosi stabilmente, e dandosi ai commerci e ai mestieri più svariati. Gente accorta e fattiva, non poche di esse riuscirono ad arricchirsi, e ad raggiungere a posizioni elevate, tanto da venir accolte nei consigli nobili e popolari, e da ottenere dai Sovrani, grazie, favori e diplomi nobiliari. A ricordo della loro patria d'origine molte di esse vollero conservare quale proprio cognome il suddetto nomignolo affibbiatogli dalla popolazione che li ospitava, ed assumere quale... Continua
stemma l'accollo. Una di questa famiglie era capitata verso la metà del cinquecento a Gradisca con un Gio. Antonio, il cui figlio Gio. Andrea ottenne dall'imperatore Carlo la concessione di uno stemma con diploma dato da Graz ai 17 dicembre 1569. Detto stemma venne poi riconosciuto da Ferdinando II da Graz con diploma 25 novembre 1615. Questa due concessioni sovrane ci sono note soltanto perchè ricordate in un terzo diploma rilasciato dall'imperatore Ferdinando III in data 8 marzo 1634 al figlio del citato Gio. Andrea, Gio. Batta, e ai di lui figli Andrea, di Antonio e Locatello, con la conferma della nobiltà e dell'antico stemma, l'ampliamento di questo, e l'aggiunta del predicato di Eulenburg, (originale al Gratialregistratur, Vienna). Lo stesso imperatore poi, con diploma dato da Vienna ai 20 maggio 1647, concedeva ai suddetti fratelli Antonio e Locatello, e ai loro discendenti maschi e femmine il titolo di baroni dell'Impero coi predicati di Eulenburg e Schonfeld. Motto della famiglia: Divo ioanni. Altro ramo. La famiglia è un ramo della omonima veneta e si stabilì da tempo nel contado di Assisi. Quivi esercitano la mercatura, divenendo ricchi e potenti, ottenendo per la loro probità, l'ascrizione al patriziato Assisiate ed eminenti uffici. Emerse fra tutti Antonio, cavaliere nell'ordine Giovannita, prode condottiero agli ordini delle corone di Spagna e di Francia nonchè della Serenissima contro i Turchi, e del Granduca di Toscana. Francesco, di Seriate, di Bernardino, ottenne la cittadinanza perugina "Pro Porta Sancti Petri" (1611). Fu colonnello delle milizie per la Camera Apostolica nello stato di Bettona (1644). Leonardo fscovo di Cartagine e Nunzio preso il re di Napoli.
Compra un documento araldico su Zocatelli

Stemma della famiglia: Zocatelli

Blasone della famiglia

D'azzurro al monte di 3 cime d'argento movente dalla punta sormontato da 3 stelle d'oro male ordinate.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome