Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Zorra, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Zorra
Corona nobiliare Zorra Il notaro Sulpicio Zorra, uomo benestante del borgo S. Remi, ricevette in sua casa il Duca Carlo-Emanuele I e si diede tutta la cura di farlo ben servire sulla montagna in un viaggio che questo principe fece al Gran-San-Bernardo, e lo seguì anche al suo ritorno a Torino. In considerazione di tanta cortesia, fu nobilitato con lettere patenti 10 luglio 1590. Il suddetto Sulpicio andò in seguito a stabilirsi a S. Orso d'Aosta, dove fu commissario del priorato, si fece ricevere borghese e fu sindaco. Antonio, suo figlio, fu, nel 1596, alfiere della compagnia di Gignod e sindaco del borgo... Continuadi Aosta. Di questa famiglia non si hanno più notizie dal XVIII secolo. La presenza del motto nella bibliografia documentata della famiglia ci conferma l'avita nobiltà raggiunta della casata. Infatti l'origine del motto risale a circa il XIV secolo e deve essere ricercata in quei detti arguti che venivano scritti sui vessilli o bandiere dei cavalieri, esposti alle finestre delle locande in cui questi alloggiavano, in occasione dei tornei, e durante i tornei stessi. Il motto era un pensiero espresso in poche parole facente allusione a un sentimento palese o nascosto, a una qualità, a un ricordo storico, per stimolo al coraggio o onore. Era scelta dal capo della famiglia, dal cavaliere entrante in lizza o data dal sovrano al proprio uomo ligio. Motto della famiglia: Ardua virtute.
Compra un documento araldico su Zorra

Stemma della famiglia: Zorra

Blasone della famiglia

D'azzurro al leone d'oro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome