Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Zuca, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili - Conti - Duchi - Baroni
Heraldik die Familie: Zuca
Krone des Adels Zuca
Antica ed illustre famiglia campana, di chiara ed avita virtù, detta Duce, Duca o del Duca, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia, ponendo dimora in Roma ed in Viterbo. Secondo la tradizione, il capostipite di tal casato andrebbe individuato in quel Teodoro, Duce della repubblica napolitana. In ogni modo, la famiglia ha goduto nobiltà in Napoli, al seggio di Nido, in Lecce, in Amalfi, in Matera, in Stilo ed in Tropea. Numerosi i monumenti che di essa sorgono in Napoli, nelle Chiese di S.Domenico, Donna Romita, S.Silvestro, S. Pietro Martire e del Carmine, ed in Amalfi, nella... Fortsetzung folgt

Chiesa Maggiore ed in quella dei Quaranta Santi. Essa, inoltre, ebbe il possesso di ben trentasei Baronie e del Ducato di Custrofiano, nel 1700. Ma, d'altronde, la famiglia, sempre, riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: Bartolomeo, il quale seguì in Toscana Gualtiero di Brenna; Marino, il quale ebbe il cingolo militare, da re Carlo I d'Angiò; Bartolomeo, il quale fu presidente della regia Camera della Sommaria, prestò danari a re Ladislao, del quale fu segretario, Commissario nelle Provincie di Capitanata, Bari e Basilicata e Luogotenente del Gran Camerario; Carluccio, il quale fu Maresciallo del regno e Consigliere del re, nel 1419; Lettina, tra le Dame che re Ferdinando I d'Aragona mandò in compagnia di sua nipote Isabella d'Aragona, maritata a Giov. Galeazzo Sforza, Duca di Milano; Alfonso, duca di Cutrosiano, il quale fu uno di quei Cavalieri napolitani che, nel 1638, fondarono il Monte Grande dei Maritaggi; Giovanni, il quale fu Giudice di Vicaria, nel 1658. Altro ramo. Famiglia era originaria della Paphlagonia, ossia una regione dell'odierna Turchia che si affacciava al Mar Nero, i cui domini si estendevano sulla riva del fiume Meandro vicino Nicomedia ai piedi del monte Sophon, oltre che in Macedonia. E' dunque una famiglia nobile bizantina che, nel secolo XI, perveniva al trono dell'impero d'Oriente. La dinastia dei Duca era imparentata con quella dei Comneno e degli Angeli, da cui discendono gli imperatori Alessio I nel 1081, Giovanni II nel 1118, Manuele nel 1143. Dal capostipite don Giovanni Duca, di aristocratico casato bizantino, inizia la discendenza cefaludese di questa illustre famiglia. Giovanni Duca, era cugino dell'imperatore Manuele Comneno e generale comandante delle armate greche, sconfitte dai Normanni nel 1156 al largo di Brindisi; cadde prigioniero con i cugini Alessio, Manuele Comneno e con lo zio Costantino Angeli. I predetti comandanti e superstiti vennero condotti in Sicilia; alcuni di loro, tra cui il generale Giovanni Duca, furono portati a Cefalù. Nel 1157 Guglielmo I liberò tutti i prigionieri e affidò la direzione della "Tessitoria in seta e oro annessa alla casa regia", che aveva sede presso la costruenda Cattedrale di Cefalù, allo sconfitto Giovanni Duca, come risarcimento degli alti meriti e del valore dimostrato nella battaglia navale di Brindisi. I membri di questa famiglia, fino alla seconda metà del 1500, si firmavano semplicemente "Duca", ma, dopo la notorietà e le cariche onorifiche di alcuni di loro, si volle, negli atti ufficiali e nei contratti, riconoscere la loro nobile origine con l'apposizione di "Lo", inflessione siciliana che a Roma corrispondeva a "Del". Figlio di Ludovico fu uomo di mare al servizio di Venezia, fatto prigioniero alla battaglia di Negroponte, il capitano Mocenigo gli concesse una nave e sei volontari, con i quali incendiò l'arsenale di Gallipoli. L'impresa fallì forse per il tradimento di uno dei volontari ed Antonio Duca prese su di sé la colpa, affrontando impavido la morte. Fu segato vivo dai Turchi nel 1473. In ogni modo, la era


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Zuca

Familien-Wappen: Zuca

Blasonierung die Familie

Troncato; nel primo d'argento alla corona di barone, nel secondo del primo alle 3 stelle (8) d'oro male ordinate.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome