Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Zuccolotto, país de origem: Italia

Nobreza: Conti - Nobili
Heráldica da família: Zuccolotto
Coroa de nobreza Zuccolotto
Antica famiglia del Friuli. Nell'anno 1005 Varnero d'Ausperg, col figlio Oderico, venuto in Italia dalla Carinzia, ottenuto l'assenso di Popone, patriarca di Aquileia, fondò il castello di Cuccagna, o Cucanea, sulle falde dei monti vicino a Faetis e da questo presero il nome i discendenti che ebbero la prerogativa di camerieri ereditari del patriarca di Aquileia, ossia del Ducato del Friuli e sotto il veneto dominio ebbero quella di regolatori del Parlamento friulano. Nel 1320 questa famiglia si trasferì a Udine, ove fu ascritta a quella cittadinanza. Da quattro nipoti del menzionato Olderico derivano quattro rami della famiglia che presero... Continua
i nomei di Z., Freschi, di Partistagno e di Valvassone. Oltre il feudo di Cuccagna ebbero i villaggi di Bugnias, Bando, Silisca, Crauglio e Faetan e i castelli di Partistango, Sofermburgo, Castel Pagano e Butrio con mero e mesto imperio e piena giurisdizione. Due esimi prelati sortirono da questa casata: Varnero, che fu vescovo di Trieste nel 1254 e Antonio, vescovo di Nicosia nel 1460. Con diploma 15 genn. 1362 l'imper. Carlo IV creò la famiglia di Cuccagna conti palatini e l'imper. Francesco Giuseppe d'Austria, con S.R. 8 luglio 1862, creò il conte Giambattista e Cuccagna barone dell'Impero Austriaco e i suoi discendenti. I titoli di conte palatino, di consignore di Cuccagna, Zucco, Partistagno e Ville annesse, il titolo di nobile furono riconosciuti a Camillo con D.P. 31 genn. 1929 e a Candido con D.P. 17 febbr. 1929. La fam. è iscritta nel Libro d'Oro della Nob. Ital. e nell'El. Uff. Nob. Ital. coi titoli di nobile (mf.), conte palatino (m.), barone (mf.), consignore di Cuccagna, Zucco, Partistagno e Ville annesse (m.). Motto della famiglia: Hinc vivida virtus Altro ramo. Di origine bergamasca. Antonio giudice collegiato nel 1566 e nel 1575 vicario della casa dei mercanti. Lodovico, suo pronipote, chiarissimo giureconsulto, nel 1648 fu ascritto al Collegio dei giudici e quindi nunzio a Venezia. Nel 1532 questa casa ottenne di essere aggregata al Consiglio nobile di Verona, e l'ultimo dei Zucco che vi appartenne fu Giulio-Cesare nel 1728. Marcantonio, monaco olivetano, il più celebre improvvisatore del XVIII secolo. Altro ramo. Antica e nobile famiglia, originaria della Lombardia. Il commendator G.B. di Crollalanza rip

Compre um documento heráldico sobre família Zuccolotto

Escudo da família: Zuccolotto

Brasão da família

D'argento al leone di rosso. Cimiero: una torre. Motto: Hinc vivida virtus.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome