Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Cret, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Cavalieri
Araldica della famiglia: Cret
Corona nobiliare Cret
Antica famiglia di artisti bolognesi, detta Creti o Cretì, un cui ramo, tra il XV ed il XVI secolo, passò in Cremona, per poi far ritorno in Bologna, nel 1673. La famiglia fu elevata alla dignità nobiliare, grazie al celebre pittore Donato (Cremona, 24 febbraio 1671 - Bologna, 29 gennaio 1749), principe dell'Accademia Clementina, nel 1728, il quale fu nominato Cavaliere dello Speron d'Oro, o, più correttamente, dell'Ordine della Milizia Aurata, un vero e proprio titolo nobiliare, più precisamente di dignità gentilizia e di pertinenza pontificia, concesso per collazione diretta o subcollazione, grazie al quale si accedeva alla nobiltà ereditaria,... Continua
derivante da tale conferimento pontificio. Altro ramo. Antica e nobile famiglia leccese, detta Creti o Cretì, ma originariamente conosciuto come Kreti, discendente della gens Cretia ed originaria di Creta, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Senza dubbio, la personalità più celebre, a cui la famiglia C. diede i natali, è stato quel Mario, nato in Lecce, nel 1881, e scomparso in Roma, nel 1969 riportiamo per estratto una breve sintesi. Egli sospese gli studi al quarto anno di Giurisprudenza, alla R. Università di Napoli, per impiegarsi presso l'Agenzia delle Imposte di Roma, ramo Ricchezza Mobile; ivi esercitò fino a tutto il 1917, anno in cui aprì a Torino un ufficio di commercialista, che condurrà per otto anni. Ma, nel 1918, in seguito alla morte di sua moglie, Mercedes Burlizzi, vittima dell'epidemia di "spagnola", lasciò l'impiego statale per mettersi in proprio e dirigere Uffici di Consulenza Finanziaria e Tributaria a Roma, Milano, Torino, Genova, Venezia e Perugia, realizzando ben presto un cospicuo patrimonio; tra i suoi clienti, infatti, figuravano le più spiccate personalità del mondo finanziario, industriale ed agricolo del Paese. Mario non desiderava avere figli, ma quando, nell'aprile del 1922, dalle seconde nozze con Gerormina Cufaro, nacque il primogenito Marcello, tale fu la sua felicità che decise di acquistare vari villini e molti ettari di terreno nella frazione di Valle Violata, all'epoca una località di terre incolte, perlopiù inabitata, gravata dalla mancanza dei più semplici e ordinari servizi pubblici. Ivi, dunque, trovò il luogo ideale per svolgere "un grande programma" di sviluppo, per il quale verrà insignito della Commenda della Corona d'Italia. I cognomi di cotal risonanza storica, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Compra un documento araldico su Cret

Stemma della famiglia: Cret

Blasone della famiglia

Troncato; nel primo d'oro alla croce di santo Stefano di rosso, nel secondo ai 3 speroni d'oro ordinati in fascia con le rotelle in alto, alla trangla cucita d'azzurro attraversante sulla partizione.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome