Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Dalla Muta, country of origin: Italia

Nobility: Baroni
Heraldrys of family: Dalla Muta
Nobility crown Dalla Muta
Nobile famiglia di Nicosia. Un Giacomo, acquistò il feudo di San Silvestro, ne ottenne investitura a 18 agosto 1777 e fu giurato di Nicosia nel 1798-99; Gaetano, figlio del precedente ebbe investitura di San Silvestro a I agosto 1809. Con D.M. del 27 agosto 1879, il titolo di barone di San Silvestro venne riconosciuto in persona di Giorgio di Salvatore. Gaetano, di Giorgio, come marito di Maria Viola Speciale, è barone di Salinella, titolo che fu riconosciuto alla detta signora con D.M. del 4 settembre 1883. Giuseppe senatore nel 1786. Francesco vicario apostolico di quella diocesi. Altra famiglia deriva dallo... To be continued

stesso ceppo dal quale provengono i Visconti Modrone ed ha comune con questi tutta la prima parte della genealogia, dal capostipite Uberto, fino a Gio. Battista, marito di Regola, figlia di Guido Galeazzi di Siena. Dal predetto Gio. Battista, come si accenna nell'articolo relativo ai Visconti Modrone, nacquero Francesco e Guido. Il primo diede origine a quel ramo della fam. che a sua volta si distinse più tardi in due altre diramazioni, cioè quella dei marchesi di S. Vito e quella dei marchesi della Dalla Muta; il secondo al ramo che alla fine del secolo XVIII aggiunse al proprio cognome quello di Modrone. Francesco, di Gio. Battista, di Antonio, alla morte di Filippo Maria Visconti, si ritirò con suo fratello Guido a Somma, antica signoria della sua famiglia e, temendo che i Milanesi tramassero qualche cosa contro di lui, nel 1448 chiese ed ottenne che Federico III gli confermasse tutti i privilegi di cui godeva. La Repubblica Ambrosiana allora venne a patto con lui e l'ebbe alleato. Quando poi Francesco Sforza s'impadronì del ducato di Milano, egli fu grande fautore del nuovo principe e da lui altamente onorato. Nel 1453 fu inviato a Ferrara con altri gentiluomini a complimentare il re dei Romani che si recava a Roma nel 1456, fece da testimone all'istrumento nuziale d'Ippolita Sforza duca di Calabria. Fu infine nominato governatore di Cremona nel 1466. riedificò a sue spese la chiesa di S. Stefano presso Roma e arricchì con cospicue dotazioni quella di S. Agnese nello stesso luogo. Sposò Elisabetta figlia del celebre Francesco di Bussone, conte di Carmagnola. Motto della famiglia: Sufficit unus. Alzò per arma: d'argento, alla biscione d'argento d'azzurro.


Buy a heraldic document on family Dalla Muta

Coat of Arms of family: Dalla Muta

Blazon of family

Trinciato di azzurro e d'argento, il primo caricato di tre stelle di 8 raggi d'argento, due ordinate in fascia, la terza sotto la seconda, alla banda di porpora, attraversante sulla trinciatura.
Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome