Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome De Nicolò, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: De Nicolò
Corona nobiliare De Nicolò E' stata celebrata la famiglia Nicolò, detta pur anticamente di Nicolò e di Nicola, secondo la pronuntia delle lingue, la qual variatione perviene, mercè che i Regni, e Provincie sono habitate di varie nationi di diverse lingue; ecco il Regno di Sicilia, nel quale insino al dì d'hoggi molte sue Città, e Terre parlano con differenti lingue; la Città di Nicosia parla Lombardo, e Francese antico mischiato, la Città di Piazza, e Terra d'Aidone Lombardo antico, la Terra di San Filadelfo pur Lombardo, però non tanto oscuro, e molte Terre di Greci Albanesi proferiscono variamente, è la più scelta è... Continua
preclara lingua di Sicilia hoggi è la Leontina, e tutte l'altre viveno con alcuni difetti di corruttione. Questa famiglia dunque visse anticamente in molte Città di Sicilia con splendore; già che si vegge di lei, Gerardo di N. Prefetto, e Custode del Palagio del Rè Lodovico di Sicilia, il cui figlio Giovanni di N. fù Visitatore delle fortezze del Regno sotto il Rè Martino, e si casò in Messina con una nobile Dama di Casa Crisafi, con la quale procreò Gerardo, e Benedetto di Nicolò, che militarono à prò del Rè Alfonzo loro Rè, nel Regno di Napoli: perloche Gerardo oltre buone recompenze fù armato da quel Rè Regio Cavaliero; e Benedetto acquistò per suoi serviggi la Vigna del Rè Territorio grande nel Val Domona, nella quale succedio fuo figlio Antonio, che fù molt'anni Sindaco della Città di Messina, il quale con Mannella Capui sua moglie nobile Messinesa, procreò Benedetto Dottor di legge e Giudice Straticotiale, Pietro Antonio, e Francesco che si impiegò nella militia, e reuscì valoroso soldato, servendo il suo Rè Filippo II. onde nell'anno 1556. entrò nella Compagnia del marchese di Misuraca Cavalier Spagnolo col carico d Foriero maggiore; il qual'Officio non si dava si non che à soggetti valerosi d'antica nobiltà in quei tempi, essendovi stati assentati nella medesma Compagnia molti Cavalieri Napolitani, e d'altri nationi; Onde il detto Francesco di N. condusse detta Compagnia nel Presidio delle Marine di Puglia, per custodia del Regno; Perloche si casò egli nella Città di Bitonto con Livia Calò, figlia del Dottor Marino Calò, celebre Avvocato de' suoi tempi con ricca dote, e successione al socero. Però venendo à morte nella Terra di Vico del Monte Gargano, dove con lhiara mentione delle sue illustri attioni, e carichi militari che in sua vita hebbe; havendo lasciato da sua moglie Livia un sol figlio chiamato Ottavio N., che crebbe virtuosamente conforme i suoi antenati.

Compra un documento araldico su De Nicolò

Stemma della famiglia: De Nicolò

Blasone della famiglia

D'argento con due cotisse sormontata ciascuna da una stella di sei raggi, il tutto di rosso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome