Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Pecoraro, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Patrizi - Signori
Heraldik die Familie: Pecoraro
Krone des Adels Pecoraro
La famiglia di Pavia figura nell'elenco delle 168 famiglia alle quali fu affidato da Carlo V imperatore il governo di quella città nell'anno 1549. Ha per capostipite Francesco, testante nel 1602 a rogito del notaio Fabio Crivelli di Pavia, a favore dei figli Antonio Maria, Bonifacio e Cesare. Dal Cesare deriva una linea, oggi estinta che nel 1778 era rappresentata da Girolamo, appartenente al Collegio dei nobili giurisperiti e al ceto decurionale di Pavia, e che con Sovrana Risoluzione 27 novembre 1816 ottenne la conferma della antica nobiltà in persona dei fratelli Giacomo e Antonio, figli del predetto giureconsulto Girolamo.... Fortsetzung folgt
Da Bonifacio discende invece la linea tuttora fiorente, che ottenne il riconoscimento del titolo di patrizio di Pavia per maschi con decreto ministeriale 27 luglio 1916. La famiglia è iscritta nel libro d'Oro della Nobile Italiana e nell'Elenco Ufficiale Nobile Italiana col titolo di patrizio di Pavia (maschi), ed è rappresentata da: Cesare Camillo, nato a Pavia, 30 gennaio1901, figlio di Paolo (nato a Pavia, 5 ottobre 1870, decaduto Milano, 8 marzo 1910; sposato Milano, 18 novembre 1804; Adele Polli, di Giuseppe), di Cesare (nato Pavia, 3 luglio 1842, decaduto 5 luglio 1921; sposato Ovada, 20 settembre 1865: Giacinta Giangrande, di Giacomo), di Paolo (nato Pavia, 4 marzo 1812, decaduto ivi, 30 marzo 1876; sposato ivi, 8 maggio 1831: Maria Bassini, di Giacomo), di Camillo (nato Pavia, 14 settembre 1783, decaduto ivi, 9 ottobre 1853; sposata Mirabello Pavese, 26 ottobre 1805: Cristina Sacchi, di Paolo), di Pier Giovanni (nato Travaco Siccomario, 30 gennaio 1752; sposato Pavia, 28 gennaio 1781: Maria Bragheta, di Gio. Battista), di Gaspare (nato Travaco Siccomario, 7 febbraio 1712; sposato ivi, 8 gennaio 1739: Giulia Besostram di Giovanni), di Lelio Antonio, vivente nel 1678 (sposato con Angela Monica), di Bonifacio (marito di Anna Maria Crosio Moroni, di Lelio (marito di Giuliana Albergati), di Bonifacio, di Francesco. Fratello: Aldo, nato Milano, 11 maggio 1904. Prozia: Teresa, nata Pavia, 22 aprile 1845; sposata 26 maggio 1866 a Pompeo Giangrande di Ovada, di Paolo, di Camillo, di Pier Giovanni suddetti. Zio: Giacomo, nato Pavia, 17 dicembre 1879, di Cesare, di Paolo, di Camillo. Cugina: Cesarina, di Giacomo, di Cesare, di Paolo. Asato Cava Manara, 17 luglio 1867: Rachele Balzari, fu Gaetano), di Paolo, di Camillo, di Pier Giovanni suddetti.

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Pecoraro

Familien-Wappen: Pecoraro

Blasonierung die Familie

Di rosso, ad una fanciulla ignuda, scagliata, al naturale, posta di fronte, tenente colla mano destra in alto una vela a fiamma che le gira sopra la testa, e scende, tenuta dalla sinistra, sul ventre.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook