Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Rane, país de origen: Italia

Nobleza: Conti - Marchesi - Nobili
Heráldica de la familia: Rane
Corona de la nobleza Rane Sull'origine pavese di questa famiglia, detta, indistintamente, Cane o Canè, stabilitasi a Casale nel XIV secolo, sono concordi i vari autori che di essa trattano: poiché ciò è attestato da documenti inoppugnabili. Desideriamo tuttavia, non certo per sollevare dubbi, soffermarci un po' su tali origini. Oltre che a Pavia, i Rane erano presenti anche a Voghera, Tortona Alessandria sin dal XII secolo: nel capoluogo ticinese furono investiti più volte del mandato consolare; a Voghera, nella prima metà del 1100, partecipano con le famiglie preminenti del luogo alla costituzione del Comune Signorile Vogherese, analogamente a quanto istituito in Tortona nel... Continuará

1122 onde sottrarsi alla sovranità d'oltralpe; ed il Cavagna Sangiuliani li annovera tra le famiglie più antiche di Voghera viventi nei sec. XII-XIV; un'antica pergamena, fortunosamente pervenutaci tuttora illesa, di cui dà notizie il Montemerlo ed il Bottazzi, elenca i Rane tra le famiglie nobili viventi in Tortona, nell'anno 1140; agli albori della sua fondazione, emergevano nel 1192 ed anni seguenti in Alessandria per la loro attività pubblica, domino Alberto Rane, di Bussignana, e domino Oberto, di Casale; quest'ultimo possedeva beni in Occimiano, Ova, Casale, Possolo Formigaro e, nel 1218, venne iscritto tra i nuovi abitanti di Alessandria, tenuti al pagamento dei tributi dovuti al Comune. Nel 1202 Massimino Rane è canonico della cattedrale di Tortona e l'11 marzo 1205 Rosa Turchi e Rainerio, figlio del predetto domino Oberto, probabilmente moglie e marito, vendono all'abate di S. Marziano terreni in territorio tortonese e ne possiedono altri in Pecorara; Bergognone notaio, Nicolaus e Rufino, pure notaio, tutti consiglieri di Tortona , il 16 luglio 1224, giurano di osservare l'obbligo assunto dai consoli della città relativo al versamento di quanto dovuto ai marchesi Del Bosco a saldo dell'acquisto dell'omonimo luogo di Bosco; Ferrarius, nel 1256-57, è podestà di Tortona. Uberto, nel 1249, è podestà di Alessandria. Egli pacificò guelfi e ghibellini, emanò provvide ordinanze; in quel tempo esercitavano il notariato a Pavia Uberto e Guido Rane; Enrico è notaio collegiato a Tortona e a Novi; Bergundio è giudice a Pavia; a domino Giovanni Rane nel 1276 è conferita la carica di console dei militi e del popolo di Casale. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Comprar un documento heráldico de Rane

Escudo de la familia: Rane

Blasòn de la familia

D'argento al braccio vestito di rosso sostenente una pesa d'oro al piatto.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook