Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Policreo, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Policreo
Corona nobiliare Policreo
Da vecchie memorie lasciate dal nob. Gio. Batta, avvocato, datate da Venezia il 1° nov. 1770, rilevasi che questa famiglia friulana, originaria probabilmente a Treviso e passata ad abitare alla Motta, dove possedeva casa e beni, si trasferì nella seconda metà del sec. XVI a Pordenone, dove venne iscritta al Consiglio nobile nella persona di Antonio, fu Gio. Maria della Motta. Non ci è dato precisare l'epoca dell'avvenuta iscrizione, in ogni caso non posteriore al 1560, nel quale anno troviamo i fratelli Alessandro e Gio. Maria, fu Antonio, già facenti parte del Consiglio nobile. I figli di Antonio, Alessandro e... Continua

Gio. Maria, diedero principio alle due linee che ancora sussistono. Il primo a quella di Ornedo, il secondo a quella di Castel d'Aviano. La famiglia ebbe diversi soggetti degni di menzione. Il padre servita Giuseppe q. Francesco, trevigiano, vivente nel sec. XVI, fu buon poeta ascetico. Antonio qm. Gio. Maria, fabbricò la chiesa di Ornedo. Altro Antonio fu podestà di Pordenone. Ma dove emerse in modo singolare la famiglia fu nell'avvocatura, il cui esercizio era in essa tradizionale, e si tramandava di padre in figlio. Abbiamo due avvocati di nome Gio. Batta, che meritano particolare ricordo, l'uno della linea di Ornedo, che esercitava con brillante successo a Venezia, e morì verso l'anno 1666; l'altro di quella di Castel d'Aviano, che pure trattò cause importantissime a Venezia, coprì la carica di avvocato fiscale dal 1734 al 1742 e morì a Pordenone nel 1754 d'anni 91. I suoi numerosi di scritti legali e famigliari esistono parte nell'Archivio di Ornedo, e parte in quello di Castello. Gio. Mario Policreti, padre di quest'ultimo, aveva sposato la nobile Giuseppina Stefani, di famiglia originaria veneta, che era investita del feudo di abitanza e non giurisdizionale di Aviano. Spentasi con le lei famigla Sfefani, i feudo passò nei figli che ne ottennero investitura con ducale 20 settembre 1700. Il su nominato avv. Gio. Batta, non avendo discendenza, fece donazione del feudo a un suo agnato, Gio. Batta q. dottor Giorgi, dal quale discende l'attuale fiorente linea di Policreti di Castello; donazione confermata dal governo veneto coll'investitura luogotenenziale del 1 maggio 1741. Altri beni feudali e liberi in Aviano acquistarono i predetti agnati Gio. Baresso al Parlamento friulano.


Compra un documento araldico su Policreo

Stemma della famiglia: Policreo

Blasone della famiglia

D'azzurro, al braccio destro, movente dal fianco destro dello scudo, vestito di rosso, tenente con la mano di carnagione una spada d'argento, posta in palo. (Linea di Ornedo).
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook