Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Reitani, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi
Araldica della famiglia: Reitani
Corona nobiliare Reitani In Sicilia fiorì una famiglia che godette nobiltà in Palermo e in Messina e della quale notiamo un Antonino senatore di Palermo; un Sebastiano che tenne la stessa carica in detta città nel 1595-96; uno Stefano e un Pasquale annotati nella mastra nobile del Mollica 1600, 1606; un Francesco che, con privilegio dato il 26 luglio esecutoriato il 30 ottobre 1637, ottenne il titolo di marchese di Gallidoro; un Giambattista che fu senatore di Messina; un Antonino che, con privilegio dato il 24 dicembre 1648 esecutoriato il 16 giugno 1649, ottenne il titolo di principe di San Pietro e fu... Continuasenatore di Messina; un Diego che, con privilegio esecutoriato il 14 maggio 1655, ebbe concessione del titolo di Marchese di Camporotondo; un Carlo che fu senatore di Messina nel 1671-1672. Non sappiamo se abbia alcun legame con tale famiglia il signor Bartolo, che con Regie Lettere Patenti di assenso del 19 marzo 1931 ottenne l'autorizzazione di assumere e di tasmettere il titolo di barone di S. Bartolomeo, con successione primogeniale mascolina. Sono iscritti nel Libro d'Oro della Nobiltà Italiana e nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano del 1933 col titolo di Barone di S. Bartolomeo (maschio primogenito), in virtù delle su citate Regie Lettere Patenti di Regio Assenso: Bartolo, di Giuseppe. Figli: Giuseppe, Alessandro, Concetta, Grazia.
Compra un documento araldico su Reitani

Stemma della famiglia: Reitani

Blasone della famiglia

Di rosso a tre spade d'argento con l'impugnatura d'oro, le punte a sinsitra, disposte in fascia una dopo l'altra. Capo di azzurro, caricato di tre stelle a sei raggi, ordinate in fascia, sostenuto da una trangla, il tutto d'argento.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook