Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Remedio, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili
Heráldica da família: Remedio
Coroa de nobreza Remedio
Da un antico albero genealogico posseduto dalla famiglia risulta la sua antica nobiltà ed appare essere il suo nome derivato dal nome proprio Remigio. Un Wilelmo è cittadino di Luni nel 1121; suo figlio Remigio, console di Luni nel 1154 sposa Beatrice di Pavente dei nobili di Valecchia ed è padre di Carenzio, console di Sarzana, di Alberto canonico di Luni (1221), di Salvo, miles (1231). Il figlio di Carenzio, Giovannello Remigio sposa nel 1287 Brandomia di ser Gian Remedio Cursi di Monte Marcello e istituisce nel 1328 un fidecommiso sopra una villa di Licciana. Di qui si susseguono i... Continua

nomi di Gian Remedio, Remigio, Remedio, tutti qualificati "miles et doctor" finchè modificati in Remedi, sono assunti come cognome. Nel 1437 Remigio, fratello di Giovanni, ambidue "milite et doctores", figlio di Remedio sposa Giulia dei marchesi Malaspina. Da lui Domenico doctor, miles, vicario generale del Duca di Milano (1465) marito di Lucrezia dei conti Capra. Suo figlio Bartolomeo, dottore, fonda la Cappella di S. Giovanni Battista e Sarzana e sposa nel 1578 Maria Malfanti. Il loro figlio Ventura istituisce un fidecommisso famigliare; egli è padre di Giulio Cesare, Gio. Bartolomeo, Angelo Maria, Mario Giacinto Antonio. Il primo di questi sposa Chiara Mascardi degli antichi signori di Trebiano e ne ha i seguenti figli: Ventura, Giacomo, Giovanni sacerdote, Francesco sacerdote e letterato. Francesco sacerdote e letterato, Lucrezia ed Angiola Maria. Giacomo sposa Maddalena dei marchesi Pallavicino di Parma e da loro nasce Andrea. Questi istituisce una primogenitura ed una secondogenita; è ascritto alla nobiltà di Sarzana, e l'imperatore Carlo VI con diploma dotato Vienna 24 febbraio 1720 gli concede il titolo di marchese trasmissibile ai discendenti maschi da maschi per ordine di primogenitura; sposò Chiara Tognoni e fu padre di Giacomo, Giulio Cesare, abate, Ventura e Bartolomeo, ascritto alla nobiltà genovese il 29 gennaio 1745. Sposò questi Lucrezia De Benedetti e da lui Cesare, Ventura, Giacomo, e un altro Bartolomeo ascritto alla nobiltà genovese con il padre in età di anni 7. In una raccolta di versi in onore di Giuseppe Pinelli governatore di Sarzana figura un suo sonetto (Giornale storico letterario ligustico, anno 1908). Dalla prima moglie Vittoria Doria ebbe Nicolò,ppolita in Doria di Dolceacqua e di Bartolomeo morto infante; dalla seconda moglie Maria Del Pasano ebbe: Angelo Alberto, Antonio, Cesare.


Compre um documento heráldico sobre família Remedio

Escudo da família: Remedio

Brasão da família

Troncato cuneato d'azzurro e d'oro, il primo al leone del secondo illeopardito.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook