1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Arlotto, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Rastro heráldico de la familia: Arlotto
Corona de la nobleza Arlotto Hanno la casa al Rione di Ripa vicino alla piazza dei Montanari. Nello scisma contro Ioanni XXII da Nicolò V Antipapa, fu fatto Cardinale Diacono Giovanni Arlotto delli 1327. Francesco Maria Torrigi nel suo catalogo de Canonici di San Pietro in Vaticano annovera tra Canonici di detta Basilica Giovanni figlio di Giacomo Arlotti, circa l'anno del Signore 1400. Delli 1472 fu Conservatore del Popolo Romano Lorenzo Arlotti, e dopo fu Guardiano della Campagnia del SS.mo Salvatore. Ha apparentato questa famiglia colli Stagli del Rione di Sant'Eustachio, colli Sordi del Rione di Colonna. Delli 1479 fu ricevuto nella Compagnia del Salvatore Pietro Paolo Arlotti. Nella medesima Compagnia fu ricevuto Pietro di Giovanni Arlotto dopo l'anno 1500. Fu menzione di questa famiglia Raffaello Volaterrano e Giovanni Villani, Cipriano Manente e Monaldo Monaldeschi nel Compendio storico. In Santa Maria in Portico memoria sepolcrale senza millesimo: Stephano Satri de Baronillis Civi Romano Coniugi Carissimo,... Continuará

Basilicae Hulus Instauratori Xiusdemque Bonorum Fructuum Donatori, Ioannique Baptistae Utriusque Filio Dulcissimo Olim Vita Functi Magdalena de Arlottis Uxor Pientissia Vivens Sibi Sibique Mortua. Ne parla Marc' Antonio Alteri nel Nuptiale de Nobili Romani. Porta una croce turchina in campo bianco in quattro mezzelune guardanti in su nei quattro lati. Quella che ha il Principe Borghese non ha il scacco ma è croce seguita. Altro ramo. Questa famiglia fu aggregata al Consiglio nobile di Belluno nell'anno 1547 e vi rimase ininterrottamente. Altro ramo. Originaria di Arles nella Borgogna, venne in Italia sul principio del secolo XII, e si divise in tre rami. Il 1° si stabilì a Mantova, ed ebbe nel 1217 un Arlottino Console di giustizia. Il 2° a Lucca, e dette nel XIV e XV secolo diversi anziani a quella repubblica. Il 3° ramo, il solo superstite, si trapiantò in Reggio Emilia, e da esso uscì un Arlotto Console nel 1168, e un Bonfrancesco Vescovo della sua patria. Un Bartolomeo nel 1784 fu da Rinaldo III duca di Modena dichiarato Conte. Gode questa famiglia il patriziato di Reggio, Bologna, Carpi e Finale. Altro ramo originaria d'Orvieto.


Comprar un documento heráldico de Arlotto

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Arlotto

Escudo de la familia Arlotto

1 Blasòn de la familia Arlotto

Inquartato; nel 1° e 4° di rosso, alla stella d'oro; nel 2° e 3° d'azzurro, a quattro fascie d'oro.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. primo, pag. 61, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook