1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Ricerca Cognome

Origine del cognome Bonanomi, provenienza: Italia

Nobiltà: Nobili - Signori
Variazioni cognome: Bonanome
Traccia araldica della famiglia: Bonanomi
Variazioni cognome: Bonanome
Corona nobiliare Bonanomi
Antica ed illustre famiglia lombarda, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di autorevoli genealogisti, andrebbe ricercata in una forma alterata del nome augurale medioevale "Bonushomus"(= Buonuomo). La casata ebbe in feudo Melegnarello, oggi una frazione del comune lombardo di Turano Lodigiano, sin dal principio del '700. D’altronde, tal famiglia, nel dispiegarsi dei lustri, sempre è riuscita a produrre una serie di uomini che hanno reso illustre il suo nome, nei pubblici impieghi, nelle professioni liberali ed ecclesiastiche e nel servizio militare. Fra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, contasi: Alessandro, proprietario terriero, fiorente nel 1603; Luigi, dottore in l'una e l'altra legge, fiorente in Lodi, nel 1647; Giacomo, giureconsulto, fiorente nel lodigiano, nel 1683; P. Alessandro, dell'Ordine dei Predicatori, fiorente in Lodi, nel 1692; Gio. Antonio, proprietario terriero, fiorente nel 1708; Alessandro Maria, giurista, fiorente... Continua
nel 1731; Filippo Maria, milite di professione, fiorente nel 1742; Luigi, chiaro giureconsulto, vivente in Milano, nel 1758; D. Luigi, commissario apostolico, fiorente nel 1760; Tommaso, milite di professione, fiorente nel 1766; l'arciprete Ercole Maria, stabilitosi in Arona nel 1770; il sacerdote Gio. Antonio, milanese, la cui morte, nel 1817, fu oggetto di numerose rime poetiche; Carlo, di Lecco, promotore dell'agricoltura nel XVIII secolo. Inoltre, nell'opera "Grande illustrazione del Lombardo-Veneto", del 1896, i membri di tal nobile casara sono nominati come nobili della provincia di Como. Un Giacomo, di Pietro, comasco, fu tra i 1072 che sbarcarono, l'11 marzo 1860, a Marsala, con il generale Garibaldi. Da una analisi cromatica e simbolica dello stemma, possiamo, infine, ricavare alcune importanti informazioni sulle virtù associate a tal cognome. L'oro, il più nobile dei metalli, è simbolo di ricchezza, comando, potenza; l'aquila nera in campo d'oro è geroglifico di valore e di intrepidezza; l'argento, simbolo della Luna, tra le virtù spirituali è simbolo di purezza, verginità, innocenza, umiltà, verità, giustizia, temperanza, equità mentre per le qualità mondane è simbolo di amicizia, clemenza, gentilezza, sincerità, concordia, allegrezza, vittoria, eloquenza; il leone rosso in fondo argento, è contrassegno di un guerriero che sia tutto fuoco nell'eseguire e pieno di fedeltà nell'operare; il rosso, richiamandosi al sangue versato in battaglia, rappresenta il valore, l'audacia, la nobiltà ed il dominio. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Compra un documento araldico sulla famiglia Bonanomi

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Bonanomi
Variazioni cognome: Bonanome

Stemma  della famiglia Bonanomi

1 Blasone della famiglia Bonanomi

Interzato in fascia; nel primo d'oro, all'aquila di nero; nel secondo d'argento, al leone illeopardito di rosso, posante la branca sinistra sopra un ramo fogliato di verde, posto e curvato a destra; nel terzo d'argento, a tre bande di rosso.

Blasone della famiglia Buonanomi nobile in Lombardia. Fonte bibliografica: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Bonanome

2 Blasone della famiglia Bonanome

Interzato in fascia; nel primo d'oro, all'aquila di nero; nel secondo d'argento, al leone illeopardito di rosso, posante la branca sinistra sopra un ramo fogliato di verde, posto e curvato a destra; nel terzo bamdato d'argento e di rosso.

Blasone della famiglia Bonanome o Bonanomi nobile in Lombardia. Fonte: Archivio storico di Heraldrys Institute of Rome.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook