1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Bosio, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Nobili S.R.I. - Cavalieri
Rastro heráldico de la familia: Bosio
Corona de la nobleza Bosio
Antica famiglia originaria di Chivasso ma passata a risiedere in Torino, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Nell'anno 1580, i Bosio furono decorati della nobiltà da Emanuele-Filiberto, nelle persone di Giovanni-Maria e Michelino. Numerosi i cavalieri di Malta che da essa hanno tratto i natali e, tra essi, un Antonio fu Generale dell'Ordine durante l'assedio di Modena. Un Tommaso fu Vescovo di Malta nel 1555 mentre un Francesco trattò con Carlo V e Clemente VII molti interessi dell'Ordine. Ricordiamo, infine, quel Giacomo, autore della celebre storia della Roma sotterranea e di quella dell'Ordine di Malta. Altra famiglia.L'imperatrice Maria Teresa, con diploma dato a Vienna il 29 aprile 1780, concedeva al notaio Francesco Bosio la nobiltà del Sacro Romano Impero col predicato di Klarenbrunn (Chiarafonte), trasmissibile ai suoi discendenti di ambo i sessi ed un particolare stemma. Titolo e predicato vennero riconosciuti con D. P. 30 marzo 1926... Continuará
a Francesco, nato Rovereto, 19 febbraio 1895, di Alessandro, di Luigi e di Maddalena Taddei, spos. Trieste, 12 aprile 1923, con Teresa Dean, da cui: Gianfranco, nato Verona, 16 settembre 1924. Altra famiglia. Nobile piemontese, diramò in Francia ed in Monaco di Baviera. Francesco Giuseppe (Monaco, 19 marzo 1769 Parigi, 30 luglio 1845) fu celebre scultore, direttore dell’Accademia delle Belle Arti a Parigi, membro dell’Istituto, ufficiale della Legion d’onore. Venne inoltre reato Barone (1828, 11 maggio) dal Re di Francia, a titolo personale. Altra famiglia. Nobili di Biella, diedero i natali ad un Giacomo, referendario nel Senato di Piemonte, precettore di Lodovico, primogenito di Carlo III, e di Emanuele Filiberto, col quale, nel 1546, andò alla corte di Carlo V. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Comprar un documento heráldico de Bosio

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Bosio

Escudo de la familia Bosio

1 Blasòn de la familia Bosio

D'azzurro, ad un bue rampante inquartato d'argento e di rosso, tenente colle zampe anteriori un nastro d'argento, flottante al di sopra della sua testa, e caricato del Motto: in domino confido.

Bosio di Bologna. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.III, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Bosio

2 Blasòn de la familia Bosio

Di verde, al leone d'argento linguato di rosso, e armato di azzurro, uscente dal cuore dello scudo e sormontato da una stella d'oro. Cimiero: Un leone come quello del campo, im- pugnante colla destra branca un ramo di rose, e colla sinistra il Motto: Parta Labore.

Bosio di Torino. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, pag. 162, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Bosio

3 Blasòn de la familia Bosio

D'azzurro al leone d'argento, linguato e caudato dello stesso, accompagnato da 6 stelle d'oro, una in capo una in punta e due da ogni lato, alla fascia di rosso, cucita, attraversante il leone.

Escudo de la familia Bosio

4 Blasòn de la familia Bosio

D'argento, al bue di rosso, con il capo del secondo, carico di una chiave del primo, posta in banda.

Bosio da Torino. Citato in "Il Patriziato Subalpino" di Antonio Manno, Firenze, 1895-1906.

Escudo de la familia Bosio

5 Blasòn de la familia Bosio

D'argento, al bue di rosso, con il capo del secondo, carico di una chiave del primo, posta in banda accompagnata da due stelle d'oro.

Bosio da Chivasso, oriundi Milanesi. Citato in "Il Patriziato Subalpino" di Antonio Manno, Firenze, 1895-1906.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook